La posizione del loto: guida e consigli per fare l’amore

da , il

    La posizione del loto: guida e consigli per fare l’amore

    La posizione del loto o ‘unione della dea‘ è in assoluto tra le posizioni del kamasutra una delle preferite dagli amanti. Questa posizione prevede che l’uomo sia seduto con le gambe incrociate e la donna si sieda su di lui, faccia a faccia, avvolgendo le gambe intorno alla vita del partner e posizionando i piedi contro le sue natiche.

    La posizione del loto deve il suo nome ad una posizione ben nota nello yoga; fa, infatti, riferimento ad una coppia di divinità del tantrismo tibetano, chiamata Yab Yum, che evoca la fusione dei principi maschile e femminile. Questa coppia è spesso rappresentata nella posizione del loto, che simboleggia la fusione dei due principi.

    La posizione del loto permette agli amanti di mantenere costante il contatto visivo e baciarsi e accarezzarsi per tutta la durata del rapporto sessuale. Lui può accarezzare il seno della compagna mentre lei esplora il corpo di lui. Si può godere della visione del piacere dell’altro per tutta la durata dell’amplesso. Ci si può muovere lentamente avanti e indietro e intensificare via via la velocità man mano che ci si avvicina all’orgasmo. La donna muove il bacino avanti e indietro e l’uomo si muove di conseguenza nella stessa direzione generando un dondolio estremamente sensuale. La penetrazione è più facile, perché la vagina si dilata naturalmente.

    Per esaltare le sensazioni di piacere un consiglio è quello che quando la donna va indietro con il bacino, contragga il perineo, ispirando e in seguito espirando, rilassando i muscoli e andando verso il compagno. Così facendo la vagina si stringe intorno al pene, amplificando le sensazioni.

    Apparentemente sembrerebbe la donna quella che guida il movimento, ma in realtà l’uomo può aiutarla mettendo le mani sotto le sue natiche o prendendola per la vita o spingendola delicatamente per aiutarla nel movimento. Sono entrambi i partner ad essere attivi e il ritmo della penetrazione è stabilito insieme, non imposto da uno solo.

    Nel muovere il bacino, l’uomo solleva e abbassa le ginocchia intensificando il piacere della compagna, che raggiungerà più facilmente l’orgasmo. La donna può anche avvicinare una gamba al suo corpo e sollevare l’altra, poggiandosi su una mano. Questa variante è utile a modificare la pressione della vagina sul pene e, nello stesso tempo, a moltiplicare le sensazioni provate da entrambi i partner.

    La posizione del loto è perfetta per gli amanti dello yoga e della cultura orientale in generale, aiuta i partner a sincronizzarsi nel movimento e nella respirazione contribuendo all’armonia della coppia e al raggiungimento in simultanea del piacere.

    Svantaggi? Assai pochi. Bisogna però essere assolutamente rilassati e avere un minimo di elasticità corporea.