La posizione della rana: stimolare il punto G

da , il

    La posizione della rana: stimolare il punto G

    A chi pensava che la posizione della rana riguardasse solo una pratica Yoga o fosse una postura per alleviare il mal di schiena o chi semplicemente la riteneva uno stile di nuoto, siamo lieti di comunicare che è anche una posizione del kamasutra.

    Fare l’amore nella posizione della rana, in particolare, contribuisce alla stimolazione del punto G. Lui è steso sulla schiena con le gambe leggermente divaricate, lei è su di lui, sdraiata di modo che la pianta dei suoi piedi vada ad appoggiarsi sul dorso dei piedi del compagno. Proprio questo appoggio rappresenterà la base a partire dal quale potrà iniziare a muoversi avanti e in dietro.

    Nella posizione della rana è la donna che guida e stabilisce il ritmo del rapporto sessuale – come del resto avviene in tutte le posizioni che vedono la donna sopra – ma in questo caso l’uomo può stabilizzare la posizione e accompagnare il movimento della compagna tenendola per la vita.

    Fare l’amore in questa posizione risulta particolarmente congeniale per il piacere femminile in quanto avviene un’ottima stimolazione del clitoride che strofina sulla zona pelvica dell’uomo e di conseguenza del punto G.

    Un trucchetto che la donna può mettere in atto per amplificare il piacere del suo compagno è quello di provare a contrarre i muscoli vaginali durante la penetrazione. In questo modo la fatica aumenta, ma esponenzialmente aumenta anche il piacere.

    Questa posizione è particolarmente indicata se desiderate fare l’amore a lungo e non avete fretta di raggiungere l’apice del piacere.