La vera coppia aperta è quella omosessuale

da , il

    La vera coppia aperta è quella omosessuale

    Le coppie più aperte, oggi, sono quelle omosessuali. Lo dimostra uno studio condotto dalla San Francisco State University secondo cui le relazioni aperte tra coppie delle stesso sesso sono molto più comuni di quanto non avvenga in quelle eterosessuali.

    Lo studio, durato ben tre anni ha analizzato 556 coppie gay e la maniera in cui strutturavano la loro relazione. Ebbene, quello che viene fuori è che il 50% di queste coppie pratica sesso extraconiugale senza nascondere nulla al proprio partner.

    Si tratta di una pratica talmente consolidata da avere fatto valere a questo tipo di relazione l’appellativo di ‘relazioni di San Francisco‘. E’ stata la stessa comunità gay del posto a coniare l’espressione per indicare solide coppie di uomini dedite a incontri sessuali extraconiugali.

    Non necessariamente, quindi la non monogamia si traduce in negatività per la coppia. Tre persone su quattro descrivono anzi la relazione aperta come una cosa assolutamente positiva che permette di soddisfare il proprio impulso sessuale pur senza mentire al proprio partner e nel pieno rispetto della coppia.

    Ma anche nelle relazioni aperte esistono delle regole che devono essere accettate e condivise da entrambi i partner, pena la stabilità della coppia. Questi accordi possono riguardare il dove, il quando, il con chi e il quante volte, ma anche comportamenti volti a limitare la trasmissione di malattie quali l’HIV.

    Cornuti e contenti, dunque? Ci verrebbe spontaneo domandarci. Non esattamente. O per meglio dire: non è così che la cosa viene vissuta. La monogamia secondo la maggior parte delle coppie omosessuali non si traduce necessariamente in esclusività sessuale, pertanto continuare ad avere un’attività sessuale attiva e varia pur essendo in coppia non viene vissuto e interpretato come tradimento, ma come libera espressione dei propri impulsi sessuali.