L’arte della seduzione in 3 mosse secondo Strecker

da , il

    L’arte della seduzione in 3 mosse secondo Strecker

    Quale uomo al mondo non ha mai desiderato un maestro che lo istruisse nell’arte della seduzione? Adesso c’è e risponde al nome di Stefan Strecker, che in Germania è considerato un vero e proprio guru della seduzione. L’esperto promette che in un fine settimana chiunque può apprendere l’arte della seduzione, fatta eccezione per i maschilisti. Chi non prova empatia per i sentimenti femminili, assicura Strecker, non ha nessuna chance di conquistare una donna, nemmeno se frequenta i suoi seminari.

    Più che l’abc della seduzione, Strecker che è tedesco insegna le tre H: herz (cuore), hinterlist (furbizia) e hoden (che in italiano vuol dire le palle!). Strecker intende dire che per sedurre una donna bisogna agire col cuore e col cervello, ma al momento giusto bisogna anche tirar fuori le cosiddette dimostrando un po’ di coraggio.

    La prima lezione riguarda il primo contatto da stabilire con l’oggetto da conquistare, Strecker spiega come stringere le mani, come guardare negli occhi una donna, perché il ‘corpo parla‘ assicura il maestro. Strecker dice pure se non si vuole solo rimanere amico di una donna, bisogna avere il coraggio di affrontare anche discorsi romantici e sensuali, che alle donne piacciono molto.

    Tra i consigli pratici elargiti nel corso dei seminari ritroviamo quelli di portare le candele nei ristoranti chic per un po di romanticismo, curare le proprie unghie, esprimere attraverso la propria camminata quello che si desidera comunicare.

    Strecker dà anche consigli che possiamo in qualche modo definire ‘paterni‘ come quello secondo cui ‘non la più bella è quella giusta‘ o ancora ‘le donne non vanno consumate, ma bisogna essere consapevoli che l’aspetto esteriore non è tutto. L’uomo felice avrà più successo di quello con la perfetta strategia‘.