Le abitudini sessuali della generazione anni 80′

da , il

    Le abitudini sessuali della generazione anni 80′

    Le abitudini sessuali della generazione anni ’80 sono state svelate da una recente indagine promossa dal dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Udine, in occasione del celebre festival Vicino/Lontano. Secondo i risultati della ricerca, gli under 35 sarebbero mediamente soddisfatti della propria vita sessuale, rivelando un animo trasgressivo ma romantico. Insomma, i vecchi tabù sembrano ormai definitivamente superati, ma a dispetto delle apparenze il tradimento subisce un calo.

    In my bed”, questo il titolo della ricerca tesa a investigare le abitudini erotiche degli under 35, basata su 1.772 questionari contraddistinti da un linguaggio “diretto, esplicativo”. Una generazione, quella degli anni 80′, decisamente disinibita che ammette senza problemi di aver consumato rapporti sotto l’effetto di alcolici e persino di droghe. Ma a dispetto dell’apparenza trasgressiva, i giovani intervistati hanno rivelato un animo romantico, dichiarando di credere nell’amore, poco nel tradimento, le cui ragioni sono da sempre frutto di discussione.

    I dati lo confermano: a consumarlo solo il 33% di uomini e donne under 35. Mentre la soddisfazione sul piano sessuale è elevata, ben il 40% ammette di vivere bene l’eros, con rapporti regolari, una media di 7 al mese. Per quanto riguarda le relazioni serie, la media si attesta intorno ai 5 partner fissi avuti in passato. Se il 37% ritiene indissolubile il legame amore-sesso, il 41% la pensa diversamente, anche se in entrambi i casi sembra che dare piacere dia più soddisfazione che riceverlo. Ma è la complicità affettiva a mettere d’accordo la stragrande maggioranza degli under 35, ben l’80% la ritiene importantissima.

    I dati fanno luce anche su aspetti più controversi, il 22% degli intervistati avrebbe dichiarato di aver subito attenzioni sessuali indesiderate in età infantile da parte di adulti, soprattutto le donne. Il peggio è che la maggior parte di loro, 3 su 4, hanno messo a tacere l’accaduto. Per quanto riguarda i rapporti omosessuali, due su dieci ammettono di averli sperimentati per curiosità e strano a sapersi, il sesso orale oramai ha sbaragliato l’avversario più temibile, la penetrazione, aggiudicandosi il 68% dei voti. Persino i baci sul corpo sarebbero più apprezzati del rapporto completo, seguiti da chiacchiere e rapporti anali. Per non parlare del piacere autoindotto, diffuso capillarmente tra uomini e donne. Nuova arrivata, la tecnologia, che sempre più spesso (nel 32% dei casi) penetra in camera da letto sotto forma di filmini e fotografie hot. Infine il web, cui gli utenti arrapati si rivolgono nel 20% dei casi.