Le controindicazioni del fare l’amore: tutto quello che devi sapere

da , il

    Le controindicazioni del fare l’amore: tutto quello che devi sapere

    Le controindicazioni del fare l’amore. Il sesso, portentoso rimedio contro numerosi disturbi, va praticato con cautela, senza mai dimenticarne le controindicazioni e gli effetti collaterali. Nonostante vi si possa ricorrere senza consulto medico, è importante evitarlo in momenti particolarmente delicati e non farne un uso prettamente strumentale, per vendetta o magari per favorire la carriera personale. Ecco allora tutto quello che devi sapere prima dell’assunzione!

    Evitare di ricorrervi per noia

    Fare l’amore fa bene al cuore solo se c’è reale coinvolgimento fisico ed emotivo. Ricorrervi per noia è assolutamente controindicato, rischiereste di trasformare l’idillio in una vera delusione, con conseguenze particolarmente spiacevoli.

    Non farlo per vendetta

    La brama di vendetta conduce spesso tra le braccia del primo che capita, un errore fatale! La salute psicofisica è seriamente compromessa dalla giustizia fai da te, dal bisogno di tradire per vendetta, boomerang che torna inevitabilmente indietro. Dopo una toccata e fuga al sapore di ripicca, subentrano emozioni negative come tristezza, senso di impotenza, malinconia.

    Non ricorrervi se si è in preda ad emozioni forti

    controindicazioni-del-sesso

    Il sesso fatto per piacere scatena emozioni forti, incontrollabili, va quindi evitato qualora si sia in preda a stati d’animo ingovernabili quali eccitazione estrema, commozione, turbamento, ansia, trepidazione. L’attività erotica in queste particolari circostanze potrebbe aggravare la situazione, è quindi assolutamente controindicata.

    Evitare di fare l’amore in situazioni di indecisione

    Il sesso non aiuta a fare chiarezza, produce confusione mentale. Meglio quindi evitarlo in situazioni di indecisione tra due partner. Inutile provarci e riprovarci a intermittenza, prima con l’uno, poi con l’altro, ne uscireste stremate e ancora più dubbiose.

    Non praticarlo se lo scopo è un altro

    Praticare l’attività erotica è piacevole solo se c’è reale coinvolgimento, ricorrervi a fine strumentale è invece sgradevole e controindicato. Farsi guidare (sotto le lenzuola) dalla massima machiavelliana “il fine giustifica i mezzi”, qualunque sia lo scopo, comporta conseguenze tra le più insidiose in assoluto: aumento della soglia di sopportazione, cinismo, incapacità di distinguere il bene dal male, perdita di sensibilità. L’eros non va mai e poi mai strumentalizzato!