Le delusioni d’amore riducono l’aspettativa di vita

da , il

    Le delusioni d’amore riducono l’aspettativa di vita

    ‘Morire per amore’ sembra solo una frase esagerata detta mentre si vive una delusione d’amore: e se non fosse così? Se soffrire per amore ci togliesse davvero anni di vita? Questa è la scoperta a cui sono arrivati un gruppo di ricercatori della University of Texas. Da questi studi è emerso prima di tutto che uomini e donne reagiscono al dolore della fine di una storia d’amore importante diversamente, lei si sente smarrita e persa, lui invece è a rischio depressione e si rifugia più frequentemente nell’alcool. Per entrambi i sessi aumenta però il rischio demenza.

    In media è stato calcolato che il rischio di morte per un divorziato è 10 volte superiore a quello di un uomo suo coetaneo ma felicemente sposato. Dei soggetti americani coinvolti nell’analisi il 33% delle donne divorziate presentava a 60 anni problemi cardiovascolari contro il 21,5% delle mogli. Tra gli uomini invece il 37,5% dei divorziati registra problemi cardiaci contro il 31,7% dei mariti. L’amore fa bene al corpo e alla salute oltre che alla mente: questo è il dato sotto un certo punto di vista incoraggiante che emerge dalla ricerca. Ma considerando il numero di divorzi in aumento c’è poco da essere sereni. Tutte queste influenze sulla salute non possono non intaccare anche la longevità e l’aspettativa di vita: le persone con il cuore a pezzi vivono in media sette anni in meno rispetto alle coppie sposate. I single vivono statisticamente tre anni in meno delle persone in coppia. Un motivo in più per innamorarsi? Forse: o forse il segreto non è vivere a lungo ma vivere felici quindi chi è felice da single rinunci pure a tre anni di noiosa vita matrimoniale e si goda la vita!