Le donne over 50 sono le vere vincitrici della crisi

da , il

    Le donne over 50 sono le vere vincitrici della crisi

    Nel vortice soffocante della crisi mondiale che stiamo attraversando, ci riesce difficile immaginare che esistano dei vincitori. Eppure pare che le donne over 50 siano state le uniche ad uscire vittoriose da questo momento di recessione globale. A confermarlo sono le statistiche del Chartered Institute of Personnel and Development (CIPD), dalle quali emerge che dal 2007 ad oggi, le donne di età compresa tra i 50 e 64 anni hanno trovato più posti di lavoro degli uomini della stessa età e di qualsiasi altra categoria anagrafica.

    I dati in questione fanno riferimento alla Gran Bretagna ma certamente sono sintomo di un trend che, con molta probabilità, è valido anche negli altri paesi della comunità europea.

    Le donne over 50 hanno ottenuto impieghi full time, part time ma non solo, hanno anche saputo crearsi da sole posti di lavoro, piccole imprese, spesso localizzate nel web, potendosi così permettere il lusso di gestire al meglio il tempo da dedicare alle esigenze personali (casa, figli) e lavorative.

    Madonna Generation: così l’istituto autore dello studio ha definito le donne over 50 che ce l’hanno fatta. La scelta del nome è facilmente comprensibile: Madonna, la regina del pop ha più di 50 anni ed ha molte doti in comune con le normali cinquantenni: la tenacia, l’energia, la caparbietà e la determinazione. E’ altrettanto vero però, che difficilmente avranno in comune stipendio e fama!

    La verità è che quanto emerso da questo studio non dovrebbe essere considerato un risultato sorprendente: le donne di cinquant’anni hanno già vissuto, nella maggior parte dei casi, un matrimonio, la maternità, la gestione dei figli e della casa, talvolta unendo al cocktail di lavori famigliari, anche un lavoro part time. Le donne di quest’età quindi sono delle vere wonder woman, ciò dovrebbe interessare a chi cerca nuova forza lavoro: una donna con un tale bagaglio di esperienze e capacità di gestione e ottimizzazione del tempo, potrebbe essere una risorsa preziosa!

    Sembra proprio che ci sia in atto un’inversione di tendenza. Dallo studio del CIPD emerge infatti un altro dato interessante: sempre più uomini accettano incarichi di lavoro un tempo considerati femminili, come impieghi di segreteria, mentre le donne abbandonano questi ruoli alla ricerca di incarichi manageriali o tecnici.

    Quali altri sorprese ci riserverà il futuro?