Le più belle poesie d’amore di Nazim Hikmet

da , il

    Le più belle poesie d’amore di Nazim Hikmet

    In questo post vi voglio presentare le più belle poesie d’amore di Nazim Hikmet, il poeta turco ricordato principalmente per il suo capolavoro, la raccolta che si intitola per l’appunto Poesie d’amore.

    Le più belle poesie d’amore di Nazim Hikmet non sono solo semplici poesie d’amore. Il poeta utilizza l’amore per raccontare diversi aspetti del proprio impegno sociale e della propria esistenza. Di seguito i versi scritti negli anni della prigionia di Bursa, in Anatolia.

    Il più bello dei mari

    è quello che non navigammo.

    Il più bello dei nostri figli

    non è ancora cresciuto.

    I più belli dei nostri giorni

    non li abbiamo ancora vissuti.

    E quello

    che vorrei dirti di più bello

    non te l’ho ancora detto.

    Amo in te

    l’avventura della nave che va verso il polo

    amo in te

    l’audacia dei giocatori delle grandi scoperte

    amo in te le cose lontane

    amo in te l’impossibile

    entro nei tuoi occhi come in un bosco

    pieno di sole

    e sudato affamato infuriato

    ho la passione del cacciatore

    per mordere nella tua carne.

    amo in te l’impossibile

    ma non la disperazione.

    Ho sognato della mia bella

    m’è apparsa sopra i rami

    passava sopra la luna

    tra una nuvola e l’altra

    andava e io la seguivi

    mi fermavo e lei si fermava

    la guardavo e lei mi guardava

    e tutto è finito qui.

    Anima mia

    chiudi gli occhi

    piano piano

    e come s’affonda nell’acqua

    immergiti nel sonno

    nuda e vestita di bianco

    il più bello dei sogni

    ti accoglierà

    anima mia

    chiudi gli occhi

    piano piano

    abbandonati come nell’arco delle mie braccia

    nel tuo sonno non dimenticarmi

    chiudi gli occhi pian piano

    i tuoi occhi marroni

    dove brucia una fiamma verde

    anima mia.