Le più belle poesie d’amore di Neruda

da , il

    Le più belle poesie d’amore di Neruda

    Ecco per voi le più belle poesie d’amore di Neruda, omaggio che vogliamo dedicare a tutti gli innamorati. Immergendovi nelle strofe di questo celebre poeta latino americano, Premio Nobel per la letteratura, scoprirete che anche gli uomini più duri e forti possono nascondere una sensibilità d’animo senza pari.

    Saprai che non T’amo e che T’amo

     

    Saprai che non t’amo e che t’amo

    perché la vita è in due maniere,

    la parola è un’ala del silenzio,

    il fuoco ha una metà di freddo.

    Io t’amo per cominciare ad amarti,

    per ricominciare l’infinito,

    per non cessare d’amarti mai:

    per questo non t’amo ancora.

    T’amo e non t’amo come se avessi

    nelle mie mani le chiavi della gioia

    e un incerto destino sventurato.

    Il mio amore ha due vite per amarti.

    Per questo t’amo quando non t’amo

    e per questo t’amo quando t’amo.

    “Il Figlio” da i Versi del Capitano

     

    Sai da dove vieni?

    … vicino all’acqua d’inverno

    io e lei sollevammo un rosso fuoco

    consumandoci le labbra

    baciandoci l’anima,

    gettando al fuoco tutto,

    bruciandoci la vita.

    Così venisti al mondo.

    Ma lei per vedermi

    e per vederti un giorno

    attraversò i mari

    ed io per abbracciare

    il suo fianco sottile

    tutta la terra percorsi,

    con guerre e montagne,

    con arene e spine.

    Così venisti al mondo.

    Da tanti luoghi vieni,

    dall’acqua e dalla terra,

    dal fuoco e dalla neve,

    da così lungi cammini

    verso noi due,

    dall’amore che ci ha incatenati,

    che vogliamo sapere

    come sei, che ci dici,

    perché tu sai di più

    del mondo che ti demmo.

    Come una gran tempesta

    noi scuotemmo

    l’albero della vita

    fino alle più occulte

    fibre delle radici

    ed ora appari

    cantando nel fogliame,

    sul più alto ramo

    che con te raggiungemmo.

    “Non t’amo se non perchè t’amo” Sonetto LXVI

     

    Non t’amo se non perche’ t’amo

    e dall’amarti a non amarti giungo

    e dall’attenderti quando non t’attendo

    passa dal freddo al fuoco il mio cuore.

    Ti amo solo perche’ io te amo,

    senza fine io t’odio, e odiandoti ti prego,

    e la misura del mio amor viandante

    è non vederti e amarti come un cieco.

    Forse consumera’ la luce di Gennaio,

    il raggio crudo, li mio cuore intero,

    rubandomi la chiave della calma.

    In questa storia solo io muoio

    e morirò d’amore perchè t’amo,

    perche’ t’amo, amore, a ferro e fuoco.

    E per chi ne volesse ancora, consigliamo di dare un’occhiata anche alle più belle poesie d’amore di Gabriele D’Annunzio e alle poesie d’amore di Nazim Hikmet.