Le posizioni del Tantra per un’esplosione di piacere a due [FOTO]

da , il

    Le posizioni del Tantra permettono non solo di migliorare la sintonia nel rapporto di coppia, di riscoprire una più appagante sessualità nei rapporti amorosi, perchè il Tantra non è solo questo, come spesso si pensa. In realtà possiamo definire il Tantra come una vera e propria disciplina di sviluppo ed evoluzione dell’essere umano, che tocca tutti gli aspetti della sua vita. Nell’immaginario collettivo, le pratiche sessuali tantriche, vengono molto spesso associate a prestazioni da record con posizioni acrobatiche e orgasmi multipli.

    In pratica le posizioni tantriche rispondono ad una precisa filosofia orientale che prevede una sorta di ribaltamento dei tradizionali ruoli maschile/femminile. Nelle sesso tantrico, infatti, la parte attiva è quella femminile che ha il compito di trasferire la propria ‘energia fredda‘ al maschio tramite l’atto sessuale così che la trasformi in ‘energia calda‘ maschile.

    A cosa serve il tantra?

    Pratiche sessuali tantriche: cosa sono?

    Una cosa pressoché incomprensibile per gli occidentali è che le pratiche sessuali tantriche non sono finalizzate al raggiungimento del piacere o meglio di un maggior piacere. Allora a cosa serve il Tantra, direte voi? Presto detto: a sfruttare l’eccitazione sessuale in maniera cosciente così da accrescere l’energia vitale. Il corpo femminile e il corpo maschile, uniti, diventano le due metà di un unico essere con l’energia femminile che circola lungo la colonna vertebrale dell’uomo e l’energia maschile che circola in quella della donna. Occorre una certa esperienza per praticare le posizioni del Tantra, in aiuto possono anche venire le tecniche di massaggio Tantra. Per concludere possiamo affermare che le pratiche tantriche non si traducono semplicemente nel ritardare l’orgasmo maschile allo scopo di prolungare il piacere femminile. Il dominio delle emozioni allo scopo di moltiplicare l’energia nasce prima di tutto nella ricerca di una perfetta sintonia e complicità tra i partner.

    Foto di mahakumbha

    Kundalini

    Pratiche sessuali tantriche: cosa sono?

    Kundalini letteralmente significa ‘attorcigliamento‘, come quello di un serpente. L’energia ‘femminile‘ è arrotolata e dormiente e sta alla base della spina dorsale. Tramite la pratica del Kundalini avviene il risveglio di questo serpente. L’energia sessuale viene presa nella sua forma radicale e convertita in energia spirituale. In queste occasioni è consigliato anche sperimentare le più belle posizioni per fare l’amore. La pratica del Kundalini si svolge attraverso il controllo della respirazione (pranayama), la postura (asana), la meditazione (dhyana) e le tecniche di rilassamento. A livello fisico vengono compiuti una serie di movimenti connessi con particolari tecniche di respirazione che stimolano la circolazione sanguigna, depurano e fortificano i tessuti e gli organi, bilanciano il sistema ghiandolare, rafforzano il sistema nervoso. Si acquisisce in questo modo un senso di vitalità e di coscienza del proprio corpo accompagnato ad una sensazione di sempre maggiore consapevolezza di sé.

    Foto di Roel Wijnants