Litigi di coppia: i dieci motivi per cui si discute di più

da , il

    Litigi di coppia: i dieci motivi per cui si discute di più

    Piccole discussioni sono comuni in ogni coppia, soprattutto se si convive e si devono dividere spazi e sopportare quotidianamente i difetti del partner. Litigare è normale e può anche servire a movimentare di tanto in tanto il rapporto. Ma quali sono i motivi per cui si discute di più? Scopriamoli insieme e vi anticipo che ci saranno delle sorprese. Se pensate infatti che le coppie litighino soprattutto la sera quando rientrano in casa per motivi come sesso, soldi o genitori invadenti vi sbagliate.

    L’indagine condotta da Betterbathrooms.com mostra una realtà ben diversa.

    1. Il bagno

    Secondo un recente studio il bagno provoca ben 312 discussioni in un anno, insieme alla pulizia della cucina che segue subito dopo. In effetti la classica tavoletta del water che l’uomo si rifiuta di alzare può portare a diversi battibecchi. Ma il bagno è motivo di litigio anche la mattina, quando entrambi dovete prepararvi per andare a lavoro e voi restate chiuse per ore a truccarvi. Se possibile la soluzione ideale per ridurre gli scontri è avere due bagni. Gli uomini si lamentano dei capelli che lasciamo nella doccia. Altro tasto dolente è il rotolo della carta igienica finito e non cambiato o il dentifricio spremuto dall’alto.

    2. La tv

    Il secondo luogo della casa in cui si litiga di più è il divano di fronte alla tv. Non è solo il duello inevitabile che si crea quando c’è una partita di calcio e una puntata di Sex and The City. In generale molte coppie confessano di discutere per avere il potere del telecomando. Molti sono infastiditi se il partner fa zapping continuamente senza fermarsi su un canale.

    3. La luce

    Altro motivo di discussione frequente è la luce: se entrambi vanno a letto alla stessa ora c’è chi vorrà il buio totale e chi invece dovrà finire gli ultimi capitoli del suo libro. Ma in generale si discute anche se uno dei due ha la cattiva abitudine di lasciare le luci accese e sprecare corrente.