L’obesità causa insoddisfazione sessuale

da , il

    L’obesità causa insoddisfazione sessuale

    L’obesità è nemica dell’eros. I chili di troppo, infatti, inciderebbero in maniera determinante sul piacere fisico, danneggiando la vita sessuale. E’ quanto emerge da uno studio condotto dalla Duke University (sezione Medical Center), diretto dal professor Truls Ostbye e pubblicato su ‘Journal of Sex and Marital Therapy‘.

    I ricercatori della Duke hanno condotto la loro ricerca selezionando un campione di 225 soggetti: 91 uomini e 134 donne, tutti con un indice di massa corporea quantomeno pari a 30 e classificati da moderatamente a gravemente obesi ma tutti in grado di avere rapporti sessuali col partner.

    Tali soggetti, tutti volontari hanno successivamente compilato un questionario, con domande su l’interesse sessuale, il desiderio, l’eccitazione, l’orgasmo, la soddisfazione, i comportamenti, le relazioni, la masturbazione e problemi vari. I ricercatori specificano che le domande erano ‘molto dirette‘ e miravano a ottenere dati precisi.

    Una volta ottenute le risposte (espresse sotto forma di punteggio), Ostbye e compagni le hanno confrontate con quelle di altri due gruppo: un gruppo di ex malati di cancro ed un gruppo selezionato per rappresentare la popolazione generale.

    Il confronto ha sancito come il piacere sessuale degli obesi fosse il più basso in assoluto e che, in particolare, le meno soddisfatte fossero le donne. Quest’ultimo aspetto era emerso anche da un sondaggio inglese di qualche settimana fa che rivelava come il vero grande ostacolo della libido femminile fosse rappresentato dal sentirsi grassa. Secondo quel sondaggio il 52% delle donne evita il sesso perchè si sentono troppo grasse. Insoddisfatte del loro corpo e quindi incapaci di lasciarsi andare al sesso.

    Ecco perché il capo-ricercatore nutre pochi dubbi sui risultati della sua ricerca: ‘I nostri risultati contribuiscono a un crescente corpo di ricerca che indica che l’obesità è associata a una ridotta funzione sessuale e a una ridotta qualità della vita sessuale‘.