Lubrificanti intimi: tutto quello che non vi hanno mai detto

da , il

    Lubrificanti intimi: tutto quello che non vi hanno mai detto

    I lubrificanti intimi facilitano i rapporti sessuali aumentando la naturale lubrificazione femminile o maschile, agevolano l’uso di particolari sex toys come i dildo, lo svolgimento di alcune pratiche sessuali come il sesso anale e consentono di fare l’amore anche in presenza di secchezza vaginale.

    L’informazione sui lubrificanti intimi è, ancora oggi, piuttosto scarsa e frammentaria. Molte coppie, ad esempio, non sanno che certi tipi di lubrificanti intimi, nella fattispecie quelli a base oleosa sciolgono il lattice e questo li rende incompatibili con l’utilizzo di dildo o preservativi in lattice naturale, che verrebbero danneggiati e perderebbero la loro efficacia contraccettiva e di protezione dalle malattie a trasmissione sessuale. Ma vediamo di saperne di più…

    Lubrificanti intimi: come si usano

    Come si usano lubrificanti intimi

    Molte ragazze, così come molti ragazzi, non hanno la più pallida idea di come usare un lubrificante intimo. I lubrificanti intimi vanno usati durante i preliminari. Vanno spalmati con la punta delle dita all’ingresso della vagina, se si vuole aumentare la naturale lubrificazione femminile o in caso di secchezza vaginale; nell’apertura anale, che anche in presenza di eccitazione non si lubrifica in modo naturale, il che può rendere la penetrazione difficile e dolorosa; su certi tipi di sex toy come i dildo prima i inserirli. Ne basta una quantità piccolissima, specie se abbinati all’uso del preservativo, in questo caso, infatti, una quantità eccessiva renderebbe la superficie d’attrito scivolosa e si potrebbe sfilare. Di solito i lubrificanti intimi sono freddi e questo potrebbe determinare una sensazione spiacevole al contatto, per ovviare basta riscaldarli per qualche minuto sfregandosi i polpastrelli.

    Lubrificanti intimi: controindicazioni

    Lubrificanti intimi: tutto quello che non vi hanno mai detto

    I lubrificanti intimi facilitano i rapporti sessuali, ma anche la diffusione di infezioni batteriche, pertanto è necessario lavare via i lubrificanti dopo ogni penetrazione o contatto sessuale per evitare che un lubrificante sporco contamini, per esempio, la flora vaginale. Altre controindicazioni relative ai lubrificanti intimi sono strettamente connesse alla tipologia del lubrificante stesso. Alcuni lubrificanti intimi sono idrosolubili (cioè si sciolgono nell’acqua), si tratta in assoluto di quelli con meno controindicazioni, ma tendono a seccarsi durante l’uso esattamente come avviene con la saliva. I lubrificanti in gel hanno il vantaggio di non seccarsi a contatto con l’aria e di durare più a lungo, ma hanno un minore effetto lubrificante. Ci sono poi i lubrificanti a base di silicone, che durano tanto e non si seccano, ma sciolgono il silicone, quindi non andrebbero usati con la maggior parte dei dildo di silicone perché ne danneggiano la superficie, inoltre se vanno a contatto coi vestiti o le lenzuola li macchiano.

    Foto di apertura di Michele Ficara Manganelli