Malizia e seduzione: 6 regole da seguire

da , il

    Malizia e seduzione, 6 regole da seguire per farlo impazzire già dalla prima occhiata. Un cocktail di indifferenza, sguardi languidi, movimenti che lasciano intravedere particolari piccanti, il tutto condito da un pizzico di dolcezza. Ecco il segreto della seduzione al femminile, trucchi maliziosi che se ben dosati possono aiutare a farlo cadere in trappola e caso mai non dovesse ricambiare potrete sempre tirarvi indietro, in fondo non avete fatto nulla!

    Finta indifferenza

    Un paradosso? Solo in apparenza perché simulare indifferenza è il miglior modo per conquistarlo, purché si adottino delle strategie che parlano al suo inconscio. Ovvero, lasciar intravedere particolari piccanti del proprio corpo con la massima nonchalance, una spallina che scende, una gonna che sale e qualche secondo di pausa prima di rimetterle in ordine.

    Sguardi languidi

    Sono un classico della seduzione… ma funzionano! L’importante è non esagerare onde evitare l’effetto gatta morta, troppo morta. Insomma, bisogna saperli dosare lanciandoli di tanto in tanto, al momento più inaspettato.

    SCOPRI COME SEDUCONO LE DIVE PIU’ SEXY

    Sorriso complice

    Gli uomini adorano le donne che si fingono loro complici, forse più di quelle che lo sono davvero, perlomeno in fase di corteggiamento. E’ come se inconsciamente percepissero che lo stiamo facendo per lusingarli, cosa che adorano! Beh, un sorriso finto complice ci sta, purché non si esageri.

    SCOPRI IL LINGUAGGIO DEL CORPO, LA COMUNICAZIONE NON VERBALE DELLA SEDUZIONE

    Mistero

    E’ fondamentale resistere alla tentazione di rivelare tutto di noi perché il mistero è il segreto della seduzione. Volerlo colpire a tutti i costi anziché attrarlo lo disturberà, meglio giocare di chiaroscuri e scoprirsi man mano.

    Spiarlo con la coda dell’occhio

    La malizia è un’arma seduttiva da micia più che da tigre e considerato che gli uomini hanno il terrore degli “animali” selvatici, per conquistarli conviene adottare atteggiamenti finto-docili. La sensualità non va esibita spudoratamente ma svelata con furbizia.

    Essere se stesse

    Infine la regola più importante perché al di là di tutti i consigli, ciò che conta davvero è essere se stesse. Come conciliare la nostra verve con la malizia? Semplice, basta educarla un pochino sperimentando le tattiche che sembrano più adatte alla propria personalità. Non resta che provare!