Matrimoni bianchi: la parola agli asessuati

da , il

    Matrimoni bianchi: la parola agli asessuati

    Si può vivere senza sesso? Evidentemente si visto l’aumentare dei matrimoni bianchi. Ma esiste una realtà probabilmente ancora poco conosciuta: è quella degli asessuati. In un mondo in cui il sesso è pubblicizzato e mercificato ad ogni angolo ci sono persone che non hanno alcun interesse in questo argomento e non provano pulsioni sessuali. Contrariamente a quanto si possa in apparenza pensare non si tratta di un’eccezione e a compiere questa scelta di vita sono anche molti giovani.

    In realtà per loro non si tratta di una scelta difficile ma di una tendenza naturale perché non hanno desideri sessuali da assecondare e quindi non sentono la necessità di avere rapporti sessuali. Nessun sacrifico quindi: non si tratta di una privazione ideologica o religiosa ma di una condizione. Di un’identità sessuale. Il discorso quindi è concettualmente simile a quello relativo all’omosessualità. Esiste anche un forum frequentato da utenti asessuati: Aven.it. Al momento in Italia sono iscritti circa 1300 utenti: molti sono solo curiosi ma questo ci dà comunque un’idea delle proporzioni del fenomeno. Molti utenti raccontano di essere asessuati fin dalla nascita anche se ovviamente la consapevolezza arriva dopo, con lo sviluppo di un’identità sessuale. Spesso si realizza davvero di essere asessuati durante l’adolescenza quando tutti i coetanei parlano di sesso e hanno i primi rapporti. Essere asessuato significa quindi restare single e rinunciare all’amore? Non necessariamente, dipende da come questo sentimento viene inteso: per gli asessuati amare significa dividere tante cose ma non il sesso. Ci sono anche persone asessuate che sarebbero disposte per amore a fare sesso ma solo per compiacere il partner: la loro infatti non è una fobia o una repulsione per il sesso ma semplicemente un disinteresse.