Matrimonio fallito: 10 regole per uscirne

da , il

    Matrimonio fallito: 10 regole per uscirne

    Matrimonio fallito: 10 regole per uscirne. Si sogna il matrimonio fin dalla tenera età, programmandolo nei minimi dettagli, poi si incontra il Principe Azzurro e nel giro di breve si convola a nozze. Tutto bene finchè l’amore domina incontrastato, ma quando subentra la dura realtà ecco affacciarsi i primi acciacchi, destinati purtroppo a trasformarsi in disturbi di tutt’altra portata. Il sogno si infrange nel giro di pochi anni, a volte di pochi mesi, e in men che non si dica ci si ritrova a discutere nello studio di un avvocato divorzista. Al di là della separazione legale, quando il matrimonio è inesorabilmente fallito, che fare per uscirne?

    Distrarsi uscendo con le amiche

    Spesso manca la voglia, ma distrarsi con le amiche è un toccasana per chi si è appena separata o è in procinto di divorzio. Se la fame vien mangiando, il sorriso vien ridendo. Lo conferma persino la scienza con la teoria dei neuroni specchio!

    Invitare persone a casa

    Vietato poltrire sul divano guardando qualche vecchio film strappalacrime, zeppo di dichiarazioni d’amore emozionanti. Vietato starsene sole per troppo tempo. Se non avete voglia di uscire, invitate amici e parenti a casa vostra, il buio (affettivo) verrà presto rimpiazzato dalla luce.

    Fare sport

    L‘attività fisica aiuta a rilasciare il surplus di energie negative e rimette in circolo le endorfine, sostanze chimiche che contribuiscono a combattere la tristezza, regolare l’umore e stabilizzare lo stato d’animo.

    Evitare di pensare troppo a lui

    Vietato arrovellarsi il cervello pensando e ripensando a quando stavate insieme, a chi ha più o meno colpe, a chi ce la farà, a chi sarà più triste, a chi troverà consolazione per primo. Più facile a dirsi che a farsi, ma con un po’ di buona volontà riuscirete a spezzare il circolo vizioso di pensieri. La meditazione può tornare utile!

    Concedersi delle pause di relax

    Un bel viaggio, un weekend in Spa all’insegna del relax, un tour per la città, qualunque cosa che doni energia, che faccia sentire in movimento, che contribuisca a staccare la spina. Concedetevi qualche giorno solo per voi, ricaricate le batterie, vi sarà d’aiuto.

    Rimettersi in forma

    Quando una storia finisce, è di fondamentale importanza dedicarsi alla remise en forme. Tanto relax, sedute di manicure e pedicure, nuova acconciatura, nuovo guardaroba, nuovo approccio verso la vita. Come si suol dire, è l’ora di darci un taglio (possibilmente anche ai capelli)!

    Dedicarsi a qualche hobby creativo

    Se dopo le nozze avevate abbandonato hobby e passatempi vari, è il momento di riscoprirli. Riprendere le vecchie abitudini può aiutare a distrarsi e a ritrovare la pace con se stesse. Provare per credere!

    Scrivere una lettera all’ex

    Niente paura, basta scriverla, non consegnarla! Sfogate sulla carta, di giorno in giorno, tutta la vostra rabbia, il risentimento, il dolore, la gioia dei vecchi tempi, la frustrazione del presente. Vi servirà per sbloccare le emozioni, per lasciarle fluire e in definitiva liberarvene.

    Liberarsi dei vecchi ricordi

    Per concretizzare la separazione, è fondamentale riuscire a liberarsi, anche simbolicamente, dell’ex marito. Eliminate vecchie foto, vecchi regali, cose e oggetti che ve lo riportano alla mente. E’ un rito di transizione, di morte rinascita, che va assolutamente fatto. Ricordate infine, esistono minimo 7 motivi per non tornare con l’ex, inutile tentare di ricucire il rapporto!

    Elencare le cose buone del presente

    Concedetevi pure il lusso di pensare alle cose brutte, ma appena possibile, fate pure un elenco delle cose buone: i figli, per esempio, la vostra carriera, la salute, la casa, tutto ciò che, di positivo, vi circonda. Vi scoprirete inaspettatamente fortunate.