Misure delle donne: non solo 90 60 90

da , il

    Misure delle donne: non solo 90 60 90

    Si parla spesso delle misure ‘intime’ degli uomini e, quando si parla di misure delle donne, si ricade sempre sul comune, e anche ormai poco attuale, 90 60 90, ma perchè non si parla mai di quanto dovrebbero misurare le nostre parti intime? Ma soprattutto quali sarebbero le misure standard? E come fare per capire se andiamo bene con il nostro partner e con le sue misure? Queste domande si è posto la rubrica femminile del Clarìn ed ha risposto un esperto. Per fare bene l’amore saperne di più è fondamentale!

    Molti sono gli uomini che affermano che le loro misure dipendono alle nostre e allora viene spontaneo domandarsi, ma quali sono le giuste misure intime per noi donne? La prima risposta è che le giuste misure si hanno in due e che il maggior piacere si raggiunge venendosi incontro.

    In ogni caso il sessuologo Walter Ghedin afferma ‘La vagina è un canale muscolo membranoso di circa 12 centimetri di profondità e di circa 3 centimetri di larghezza. Di norma è piegato e si distende durante il coito’. A questa affermazione puramente tecnica la dottoressa ginecologa Sandra Magirena aggiunge: ‘Se il bacino è ampio potrebbe darsi che anche la vagina sia più ampia. Ci sono situazioni particolari in cui si può avere una malformazione congenita che comporta la vagina meno profonda o anche delle partizioni lungo il canale che ne renderanno più difficile la penetrazione’.

    La differenza della misura interna dell’organo femminile ha molto a che vedere, in linea di massima, con la sua elasticità. Il ginecologo può arrivare a dare una misura approssimativa, solo durante il coito si potrà dare una misura effettiva, proprio come capita per il pene.

    Che influenza hanno le misure della vagina con il piacere sessuale? Secondo il dottor Ghedin, la vagina è capace di adattarsi alle misure del pene, può ingrandirsi o rimpicciolirsi a seconda del contatto.

    Secondo gli esperti quindi le misure della vagina non influenzerebbero la libido e le relazioni sessuali, salvo in casi di malformazioni congenite. Quello che bisognerà curare per avere sempre un buon livello di ‘complicità’ sessuale con l’organo maschile, sarà l’elasticità del muscoli che interessano gli organi genitali femminili.

    Ecco cosa fare per mantenersi … elastiche:

    • Le relazioni sessuali e i massaggi vaginali migliorano l’elasticità delle pareti vaginali e favoriscono la lubrificazione dei tessuti e della vagina;
    • Gli orgasmi aiutano a fortificare i muscoli del pavimento pelvico;
    • E’ molto importante mantenere viva la vita sessuale e fare di tanto in tanto dei massaggi autostimolanti per tenere la zona attiva;
    • Fare esercizi stimolando il perineo (Esercizi di Kegel).