Modi di dire, gli innamorati usano gli stessi

da , il

    Modi di dire, gli innamorati usano gli stessi

    Si dice spesso che l’amore è la lingua universale, in realtà la scienza sembra aver dimostrato che ogni coppia ha il suo proprio linguaggio e, cosa ancora più sorprendente, che dai modi di dire e dalle espressioni usate è possibile capire se una storia d’amore è destinata a durare a lungo o a finire presto. Esiste quindi una relazione tra il modo in cui due innamorati interagiscono verbalmente e l’intensità del rapporto. Più i due tendono a copiarsi nelle espressioni e nei modi di dire e più sono uniti a livello sensoriale e dei sentimenti.

    La corrispondenza del linguaggio, nota nella letteratura inglese come LSM (language style matching) si attiva automaticamente e aiuta anche a capire come le persone si relazionano con soggetti terzi. La ricerca è stata condotta presso l’Università del Texas: l’esperimento è stato diviso in due fasi. In un primo momento sono state tracciate le parole più utilizzate da un campione di circa 2 mila studenti universitari relativamente a specifici temi assegnati. Dopo gli studenti si è passati allo studio delle relazioni personali: sono state esaminate le lettere di Sigmund Freud e Carl Jung, una corrispondenza epistolare che durò almeno sette anni. L’ultimo passo è stato quello di trasferire i risultati a livello amoroso per capire i meccanismi di comunicazione tra innamorati, grazie all’analisi di scritti d’amore letterari. E’ emerso che nei periodi felici le coppie usano le stesse parole mentre questa sincronia viene meno quando il sentimento sfuma e prima di lasciarsi. Intuitivamente la cosa dipende non solo dal tempo passato insieme ma anche dalla stima ed emulazione del partner, nonché dalla volontà di essere una cosa sola e magari di avere una sorta di linguaggio in codice che come un filo unisce in maniera esclusiva due persone. Esaminando quindi la comunicazione di una coppia è possibile prevedere se la fine della storia d’amore è lontana o vicina.