Moglie e marito: una nuova legge vieta il lavoro nello stesso ufficio

da , il

    Moglie e marito: una nuova legge vieta il lavoro nello stesso ufficio

    Molte coppie conducono imprese familiari insieme oppure si trovano bene a lavorare da innamorati nello stesso ufficio, per altre condividere impegni lavorativi sarebbe impensabile. A Pistoia per la prima volta è la legge ad impedire a parenti, e anche a moglie e marito, di essere colleghi. All’estero c’erano già stati casi di datori di lavoro privati che avevano per ragioni di produttività deciso di vietare i rapporti intimi fra colleghi, in Italia invece si tratta del primo caso di questo tipo e ha una funzione diversa. Una legge simile, ma relativa solo all’ordinamento della giustizia, riguarda il divieto di relazioni tra giudici e avvocati dello stesso distretto.

    Le legge approvata dal comune di Pistoia è stata voluta dalla giunta per evitare favoritismi e ha infatti lo scopo di combattere il nepotismo nella pubblica amministrazione. La parentela quindi sarebbe un conflitto di interessi evidente, soprattutto in caso di coppie. La giunta è molto soddisfatta di questa norma dal carattere innovativo e a poco serve citare ricerche scientifiche che dimostrano che l’amore tra i colleghi aiuta ad aumentare la produttività: con il testo della nuova legge non saranno ammesse neppure convivenze tra colleghi. La legge infatti prevede espressamente che ‘in un Ente Pubblico è doveroso non mischiare famiglia e lavoro. Che nell’ottica di una produttività dei servizi è necessario valorizzare le capacità in una cornice di trasparenza che valichi ogni parzialità familiare’. In realtà Alberto Niccolai, l’assessore al personale che ha portato avanti il progetto, specifica che la funzione non serve solo a regolare l’accesso alla PA, e quindi a smantellare il nepotismo, ma anche ad assicurare una maggiore trasparenza e imparzialità della gestione pubblica. Ci vorranno una sessantina di giorni per applicare la legge: bisognerà infatti procedere ad una mappatura degli uffici e a conseguenti spostamenti di sede per coppie innamorate che lavorano insieme. Chi tra moglie e marito farà il sacrificio di cambiare ufficio? Assisteremo a finti divorzi o ad amori clandestini negli uffici?