Monogamia e fedeltà sono davvero una costrizione sociale?

da , il

    Monogamia e fedeltà sono davvero una costrizione sociale?

    Quante volte vi siete sentite ripetere da maschietti che si atteggiano a latin lover che l’uomo è cacciatore per natura e che nel mondo animale e primordiale la fedeltà e la monogamia non esistono ma che sono solo costrizioni sociali create dall’uomo (anzi esattamente dalla donna)? Ebbene care è giunta l’ora di smentirli: esistono specie di animali monogame, che si giurano amore eterno per tutta la vita.

    Forse l’uomo non rientra tra queste visto che oggi non si fa che ripetere che la fedeltà coniugale è la tomba dell’amore e che l’uomo libero di seguire i suoi istinti per natura tradirebbe proprio in quanto essere dotato di un’intelligenza superiore: eppure qualche specie di animale monogama esiste ed è stato dimostrato scientificamente. I mammiferi in realtà sono rari: tra questi si distinguono i dik-dik, una varietà di antilope, anche se per loro vivere in due è più legato ad una questione di sicurezza che di scelta. Essendo prede di molti predatori infatti devono difendersi e vigilare uno sull’altra. Sono monogami quasi tutti gli uccelli: covare le uova richiede collaborazione e tempo quindi quando arriva la nuova stagione produttiva i due genitori si ritrovano di nuovo insieme. L’aquila addirittura ha come principio base della coppia la fedeltà. Anche i cigni selvatici si accoppiano in maniera monogama: quando uno muore l’altro subisce la perdita e ne soffre e difficilmente si trova un nuovo compagno. Anche alcuni pesci e crostacei istituiscono relazioni monogame: tra questi i primi sono i cavallucci marini. Cari uomini avete proprio da imparare dagli animali: altro che specie più evoluta!