Non chiederci la parola, la pubblicità con meno seni e più idee

da , il

    Negli ultimi mesi abbiamo assistito a diversi dibattiti sui temi donna e pubblicità, in effetti la questione è stata affrontata da molti anche negli ultimi anni, ma a seguito delle contestazioni legate all’immagine della donna messa in discussione dall’ormai popolarissimo Ruby Gate e tutto ciò ad esso legato, i movimenti di donne e di uomini che hanno voglia di cambiare qualcosa sono aumentati. Ecco che qui colgo l’occasione per mostrarvi alcuni video prodotti dalla nuova casa di produzione Non Chiederci la Parola, un’idea portata avanti da donne che ha l’obiettivo di ‘raccontare il mondo attraverso gli occhi delle donne con autenticità, ironia e leggerezza’.

    Niente di bigotto solo più riflessioni, più contenuti e meno luoghi comuni nelle pubblicità. Non Chiederci la Parola è una casa di produzione video che da alcuni mesi sta diffondendo online dei video che mettono in costruttiva discussione alcune pubblicità che offenderebbero l’immagine della donna.

    ‘Avete idea di quanto sia molesta la pubblicità cretina? Se ne sono persino accorte le aziende - afferma Luisa Pronzato di Non Chiederci la Parola – Quelle devono vendere. Le vedete a far affari con occhieggianti bamboline di plastica? Alcune aziende nei diversi settori hanno capito che non possono più cavarsela con due cosce e un labbrone invitante. Ed hanno aderito al manifesto per l’utilizzo responsabile dell’immagine femminile‘. Il manifesto in questione è stato diffuso in gennaio dall’associazione Pari o Dispare e sta riscuotendo un discreto successo.

    Il nome della casa di produzione è elegantemente ispirato al titolo dell’omonima poesia di Eugenio Montale.

    Per avere più informazioni su come interagire alle iniziative in difesa dell’immagine della donna nelle pubblicità potete iscrivervi alla newsletter di Non Chiederci la Parola e scaricare il manifesto per un utilizzo responsabile dell’immagine femminile, clikkandoci su.

    Intanto vi lascio con uno dei video prodotti dalla Non Chiederci la Parola che riguarda l’ultimo lavoro di Oliviero Toscani.

    Calendario di Oliviero Toscani