Parco dell’Amore, chiuso fino al 30 gennaio per disinfestazione

da , il

    Parco dell’Amore, chiuso fino al 30 gennaio per disinfestazione

    La notizia dell’apertura a Bari del Parco dell’Amore aveva sì fatto piombare un mare di critiche da parte degli immancabili bacchettoni e moralisti, ma aveva anche ricevuto il plauso di quanti avevano interpretato l’iniziativa come un’idea ‘intelligente e sicura’.

    Eppure, inspiegabilmente, dopo il tam tam in rete e sui giornali dell’annunziata apertura del drive in del sesso – anzi ‘forse proprio per questo‘ vociferano i maligni – , il Lovely Park di Bari ha chiuso immediatamente i battenti.

    Proprio ieri, infatti, il proprietario, Giuseppe Foggetti, ha fatto esporre un enorme cartellone sul cancello: ‘Chiuso fino al 30 gennaio per disinfestazione e manutenzione delle piante e del verde‘.

    Una mossa davvero strana per un imprenditore, che anziché cavalcare l’onda del successo sfruttando tutta la pubblicità ricevuta in questi giorni sui mezzi di informazione dispone la chiusura della struttura. Che ci sia qualcun’altro dietro la decisione di chiudere? verrebbe spontaneo domandarsi a questo punto. Il comandante dei vigili Stefano Donati e il sindaco, Michele Emiliano, lo escludono dal momento che tutto sembra essere perfettamente in regola.

    Anzi alle numerose richieste di spiegazione giunte sul suo profilo Facebook, il primo cittadino di Bari spiega: ‘La struttura non è comunale, ma è autorizzata dal comune‘.

    Lo stesso sindaco Emiliano aveva contribuito alla diffusione della notizia, stimolandone la discussione sempre su Facebook: ‘Cosa ne pensate? Ha senso consentire a chi non ha una casa o una villa di poter fare l’amore in macchina senza rischi? Io credo di sì. Comunque voglio conoscere il vostro parere‘ aveva scritto sul suo profilo solo ieri, ottenendo per altro una serie di riscontri positivi da parte degli utenti del popolare social network.

    Nel 2005 il Lovely Park era stato sequestrato dal per abusi edilizi. Erano stati realizzati, infatti, dei box fissi, strutture inamovibili, laddove invece non c’erano le autorizzazioni edilizie. Il tutto poi era stato alleggerito e la situazione attualmente è visibilmente diversa: in mezzo alle aiuole e ai percorsi di verde, oggi in manutenzione secondo il proprietario, ci sono queste strutture chiuse ai lati e davanti.

    Tutto in regola insomma. Resta il mistero su questa chiusura a sorpresa. Gli utenti affezionati, già molto numerosi, confidano che il proprietario mantenga la promessa e che realmente si tratti di una chiusura temporanea, tanto più che si avvicina la festa degli innamorati e fare l’amore sotto le stelle per San Valentino è una cosa che piacerebbe a molti…