Piacere femminile: attente alla multa se urlate troppo!

da , il

    Piacere femminile: attente alla multa se urlate troppo!

    Fa discutere in questi giorni l’ordinanza emessa dal sindaco di Montesicuro, un paesino in provincia di Teramo: è stato infatti vietato il sesso troppo rumoroso. La multa per le coppie contravventrici arriva fino a 500 euro (forse l’importo dipende dal livello di rumorosità?). Sembra che la legge sia stata imposta principalmente per preservare la tranquillità dei condomini in cui lavorano lucciole a pagamento.

    L’ordinanza preoccupa però anche le giovani coppie focose: a rischiare in particolare sono le donne che urlano durante l’amplesso. Il sindaco Abramo Di Salvatore ha rassicurato i cittadini sul fatto che la legge verrà usata con cognizione di causa e sarà rivolta al fenomeno del sesso a pagamento ma cosa succede se un vicino di casa invidioso denuncia una coppia che fa sesso? Del resto i muri di casa non sono sempre così spessi da evitare qualsiasi rumore tra una casa e l’altra. Un ruolo fondamentale spetta agli amministratori di condominio, che saranno incaricati di sorvegliare sul rispetto della legge: dovranno forse origliare dalle porte? Altro che Grande Fratello! Cosa fare allora per non rinunciare ad un sesso focoso? Prima di tutto rivestite le pareti con materiale isolante, per preservare il sonno dei vostri vicini e non dover pagare una multa salata! Inoltre forse noi donne dovremmo stare più attente prima di fingere orgasmi troppo intensi, potrebbe costarci caro! Cosa ne pensate: entrerà nella lista delle leggi assurde o può davvero servire a qualcosa? Sicuramente gli abitanti dormiranno sonni tranquilli ma è proprio un peccato punire l’amore…