Poesie d’amore per un buongiorno speciale

da , il

    Poesie d’amore per un buongiorno speciale

    Oggi è una mattina speciale, vi sentite di amare alla follia, vi sentite di dover dare un buongiorno speciale alla persona che amate, come fare? Cosa dirgli? Potreste inviare una e mail di buon giorno romantica con una poesia d’amore, ecco qui di seguito delle poesie bellissime che ricevute al mattino di certo renderanno la giornata ancora più splendente.

    Poesie d’amore famose e non per un dolce risveglio da augurare alla persona amata, da Pablo Neruda a Elizabeth Barrett Browning, eccole di seguito

    Poesie d’amore per il mattino

    E’ come una marea, quando lei fissa su me

    i suoi occhi neri,

    quando sento il suo corpo di creta bianca e mobile

    tendersi a palpitare presso il mio,

    è come una marea, quando lei è al mio fianco.

    Disteso davanti ai mari del Sud ho visto

    arrotolarsi le acque ed espandersi

    incontenibilmente

    fatalmente

    nelle mattine e nei tramonti.

    Acqua delle risacche sulle vecchie orme,

    sulle vecchie tracce, sulle vecchie cose,

    acqua delle risacche che dalle stelle

    s’apre come una rosa immensa,

    acqua che va avanzando sulle spiagge come

    una mano ardita sotto una veste,

    acqua che s’inoltra in mezzo alle scogliere,

    acqua che s’infrange sulle rocce,

    e come gli assassini silenziosa,

    acqua implacabile come i vendicatori

    acqua delle notti sinistre

    sotto i moli come una vena spezzata,

    o come il cuore del mare

    in una irradiazione tremante e mostruosa.

    E’ qualcosa che dentro mi trasporta e mi cresce

    immensamente vicino, quando lei è al mio fianco,

    è come una marea che s’infrange nei suoi occhi

    e che bacia la sua bocca, i suoi seni, le mani.

    Tenerezza di dolore e dolore d’impossibile,

    ala dei terribili

    che si muove nella notte della mia carne e della sua

    come un’acuminata forza di frecce nel cielo.

    Qualcosa d’immensa fuga,

    che non se ne va, che graffia dentro,

    qualcosa che nelle parole scava pozzi tremendi,

    qualcosa che, contro tutto s’infrange, contro tutto,

    come i prigionieri contro le celle!

    Lei, scolpita nel cuore della notte,

    dall’inquietudine dei miei occhi allucinati:

    lei, incisa nei legni del bosco

    dai coltelli delle mie mani,

    lei, il suo piacere unito al mio,

    lei, gli occhi suoi neri,

    lei, il suo cuore, farfalla insanguinata

    che con le due antenne d’istinto m’ha toccato!

    Non sta in questo stretto altopiano della mia vita!

    E’ come un vento scatenato!

    Se le mie parole trapassano appena come aghi

    dovrebbero straziare come spade o come aratri!

    E’ come una marea che mi trascina e mi piega,

    è come una marea, quando lei è al mio fianco!

    Pablo Neruda

    Come ti amo? – Come ti amo? Lascia che ti annoveri i modi.

    Ti amo fino agli estremi di profondità,

    di altura e di estensione che l’anima mia

    può raggiungere, quando al di là del corporeo

    tocco i confini dell’Essere e della Grazia Ideale.

    Ti amo entro la sfera delle necessità quotidiane,

    alla luce del giorno e al lume di candela.

    Ti amo liberamente, come gli uomini che lottano per la Giustizia;

    Ti amo con la stessa purezza con cui essi

    rifuggono dalla lode;

    Ti amo con la passione delle trascorse sofferenze

    e quella che fanciulla mettevo nella fede;

    Ti amo con quell’amore che credevo aver smarrito

    coi miei santi perduti, – ti amo col respiro,

    i sorrisi, le lacrime dell’intera mia vita! – e,

    se Dio vuole, ancor meglio t’amerò dopo la morte.

    Elizabeth Barrett Browning

    Frecce alate

    volteggiano empiriche

    bramando petto

    ritmante il nome

    di venere amata.

    Schiudo

    la conchiglia

    che racchiude energia

    dell’essere donna.

    Trafitto di te

    conservatrice

    dell’anima

    sollazzo il pensiero

    d’averti affianco.

    Io t’amo…..

    Guido Passini

    Voglio arrendermi

    alla gioia di sceglierti.

    Voglio che tra noi per un attimo

    si fermi il tempo

    nei tuoi occhi voglio guardare

    inseguendo l’infinito.

    Mi sento

    in un cerchio di luce

    come di riflettore di scena.

    Intorno

    occhi amici dal buio

    voci amiche dall’ombra

    Intorno

    emozioni bellissime che le tenebre coprono.

    Kuki Gallmann