Posizioni del Kamasutra contro l’eiaculazione precoce [FOTO]

da , il

    Posizioni del Kamasutra contro l’eiaculazione precoce. Un disturbo fisico e psicologico che affligge molti uomini, rendendoli insicuri e incapaci di soddisfare le proprie compagne. L’eiaculazione precoce innesca infatti un circolo vizioso di pensieri negativi, che peggiora inevitabilmente le prestazioni. Invece di ricorrere subito a pillole miracolose o a estenuanti sedute psicologiche, perchè non armarsi di buona volontà e sperimentare qualche posizione erotica ad hoc, ispirandosi al Kamasutra?! Ecco le migliori posizioni contro l’eiaculazione precoce!

    Posizioni contro l’eiaculazione precoce

    Combattere l’eiaculazione precoce non è semplice, spesso è necessario ricorrere a specialisti in grado di consigliare terapie adeguate, ma ciò non impedisce di provare a migliorare le prestazioni, sperimentando delle posizioni erotiche per fare l’amore in grado di prolungare il piacere. Il Kamasutra torna utile in queste circostanze, anche se si tratta di un libro millenario vale sempre la pena consultarlo! Detto ciò, le posizioni che più si addicono ai maschi con questa disfunzione sono quelle che li fanno stancare meno (lo sforzo muscolare accelera l’orgasmo) e quelle che li vedono meno attivi… le donne insomma dovranno darsi da fare! Prima fra tutte la famosissima posizione dell’amazzone, in cui la donna detiene il comando: lui comodamente seduto su una sedia mentre lei, poggiata su una delle sue cosce, lo aiuta nella penetrazione, gestendo il ritmo nonchè l’angolazione di entrata e stimolazione.

    Posizioni del Kamasutra per lui

    Un’altra posizione del Kamasutra adatta a coloro che soffrono di eiaculazione precoce è l’ape: lui seduto sul letto con le gambe in avanti, lei sopra di lui, di spalle, a cavalcioni. Lui le accarezza i fianchi, aiutandola nei movimenti, lei viene e va a suo piacimento! Da provare anche la tigre, posizione del Kamasutra più stimolante per la donna che per l’uomo: lei solleva la parte centrale del corpo inarcando la schiena, poi si appoggia a lui tenendo le gambe ben larghe. In alternativa lei può sdraiarsi pancia contro pancia su di lui, poggiarsi con la schiena sulla sua pancia, posizionarsi con la testa vicino ai suoi piedi o ancora mettersi in ginocchio sul letto. Infine vi consigliamo la posizione della cavallerizza: lei detiene il comando sedendo a cavalcioni su di lui con le mani poggiate sul suo petto, lui con le mani libere le accarezza tutto il corpo. Non resta che provare… e riprovare!