Primo bacio: meglio con o senza lingua?

da , il

    Primo bacio: meglio con o senza lingua?

    Se il bacio è un apostrofo rosa tra le parole ‘t’amo’ come definire la lingua, irrinunciabile ingrediente per il bacio alla francese? Superato lo scoglio del primissimo bacio, dove trucchi e improvvisazioni sono concessi, nella vita di ogni donna in procinto di iniziare una liason il dilemma è sempre lo stesso: con o senza lingua per il primo contatto? E questa domanda non è certo da sottovalutare, dato che proprio il primo bacio con un potenziale partner si rivela spesso deludente, gettando un’ombra sulla futura intesa di coppia.

    La più ansiosa tra le donne non sarà mai propensa a cedere all’approccio del tutto istintivo al momento di sfiorarsi le labbra per la prima volta. Tanti sono, infatti, i contro a sfavore di quella piccola aggiunta che nel bacio fa la differenza. Si rischia di apparire sfacciate se la conoscenza è ancora superficiale o se il luogo in cui ci si trova non è molto riservato, tra le altre cose. Può risultare, inoltre, assai poco romantico ricercare un contatto così ravvicinato con il nostro partner che potrebbe non gradire l’eccesso di foga momentanea. Ecco solo alcuni dei motivi per cui virare verso un primo bacetto a stampo, delicato quanto tenero, volto solo ad approfondire la conoscenza con chi ci piace.

    Ma a chi obietta che il tempo delle mele è finito e si deve cogliere l’attimo senza troppe insicurezze non si può certo dare torto. Si scatenino allora gli appassionati del bacio alla francese! Nonostante le diverse esigenze di uomo e donna in un bacio, sono universali e unisex le raccomandazioni per un buon bacio con la lingua.

    Concludiamo dunque senza nessuna soluzione ufficiale all’annosa questione del ‘con o senza’, ma con il suggerimento di alcuni indicatori utili per fugare ogni dubbio: l’intimità del contesto, la confidenza e il livello d’attrazione con l’altra persona e soprattutto la ricerca di ciò che mette a proprio agio.