Problemi di coppia dopo un figlio: una guida per risolverli

da , il

    Problemi di coppia dopo un figlio: una guida per risolverli

    Problemi di coppia dopo un figlio. Spesso la nascita di un bebè incrina gli equilibri di coppia: la neomamma instaura un rapporto “fusionale” col nuovo arrivato mentre il neopapà si sente escluso, sia come marito che come genitore. La causa principale dei problemi è l’atteggiamento possessivo delle madri, che alimentano involotariamente la gelosia del maschio nei confronti del bebè. E’ per questo fondamentale permettere al padre di interagire col figlio, senza giudicarlo ad ogni mossa, e ritagliarsi nel contempo dei momenti solo per la coppia. Se la nascita del piccolo ha creato problemi anche a voi, ecco una guida utile per risolverli.

    Evitare atteggiamenti possessivi col neonato

    Le mamme tendono a instaurare un rapporto “fusionale” col nuovo arrivato, escludendo volontariamente o meno il papà. Atteggiamenti troppo possessivi alimentano però la gelosia del partner nei confronti del bebè, determinando il suo allontanamento. E’ quindi importante concedere il giusto spazio anche al genitore di sesso maschile, sia per evitare problemi relazionali e superare un’eventuale crisi di coppia, sia per permettergli di instaurare un rapporto sano col proprio figlio.

    Non giudicare troppo

    Rispetto a un tempo, i papà di oggi sono molto più femminili, il maschio può finalmente concedersi un po’ di tenerezza, senza timore di sembrare debole agli occhi altrui. Proprio per questo è fondamentale concedergli la possibilità di rapportarsi con il proprio figlio fin da piccolo, senza interferire troppo con giudizi inopportuni. In questo modo il bambino imparerà a essere sereno anche tra le braccia di papà e la relazione di coppia non potrà che trarne giovamento.

    Non escludere il partner dal letto coniugale

    Con la nascita di un figlio, il letto coniugale diventa spesso proprietà esclusiva di mamma e bambino. I papà finiscono inesorabilmente sul divano, per mesi, a volte per anni, a meno che non si accontentino di un angolo di pochi centimetri. Permettere che ciò accada per un tempo prolungato è il primo passo verso la crisi, un segnale che potrebbe persino indicare che la storia sta finendo. L’uomo si sentirà trascurato e presto o tardi il risentimento verrà a galla, mettendo a repentaglio la stabilità di coppia.

    Farsi aiutare dal partner

    Coinvolgere i papà nella cura del bebè, cambiando pannolini, facendo il bagnetto, preparando la pappa, è molto importante per farli sentire partecipi e creare un’armonia familiare, che favorirà non solo il rapporto con i figli ma anche la relazione di coppia.