Problemi di coppia, tutta colpa della musica?

da , il

    Problemi di coppia, tutta colpa della musica?

    Durante l’adolescenza capita spesso, basta un lento ballato con un altro per far scattare la scintilla della gelosia, a volte i litigi scoppiano anche fra chi adolescenti non lo sono più da un pezzo, ma da questo a sostenere che i gusti musicali possono influenzare una relazione ce ne vuole, eppure… Esiste una branca della psicologia che studia la connessione tra musica e identità del soggetto un recente studio sostiene che la musicalità di una persona e i brani che ascolta potrebbero essere fonte di rottura in una coppia. Pensandoci capita raramente di conoscere una coppia dove lei ama Mozart e lui Gigi D’Alessio…

    Gli psicologi fanno notare come già durante l’adolescenza la musica rappresenti una sorta di identità, un simbolo di stile e di gruppo, un modello che offre la possibilità di giudicare e di essere giudicati. Non a caso spesso i gruppi di ragazzi si distinguono anche in base ai gruppi musicali che ascoltano, per esempio i tipi Dark ascoltano i The Cure, i tipi Metal i Metallica, e se chiedete a un qualsiasi esponente di questi gruppi, magari di età superiore ai trenta, cosa ascoltavano i paninari è probabile che vi rispondano … niente.

    Gli studi dimostrano che lo stile rock rappresenta nel soggetto una consapevolezza del sociale, con un pizzico di ribellione, mentre la musica pop rappresenta il conformarsi allo standard. Le persone a cui piacciono il jazz, il blues, la musica classica e quella folk, sono soggetti dalla mentalità aperta a nuove esperienze.

    Ma ora torniamo alla coppia, qual’è la musica più dannosa per un rapporto? La musica country, ovvio! Secondo lo studio mentre si ascolta questo genere di musica l’attrazione nei confronti del compagno di sesso opposto si riduce.

    Mentre ascoltare musica classica e l’heavy metal varia effetto a seconda del sesso dell’ascoltatore, si hanno infatti reazioni diverse se è un uomo oppure una donna ad ascoltare generi così opposti, se la donna ascolta musica classica viene accettato socialmente esattamente come l’uomo che ascolta l’heavy metal.

    Quindi se troviamo un uomo che ascolta la musica country dobbiamo scappare? Non esattamente basta non far scegliere a lui il cd al momento del tanto atteso relax. Per chi desidera sapere qualche altro dettaglio su musica e personalità può essere interessante sapere che chi ascolta musica blues e jazz è caratterizzato da un buon grado di autostima, mentre chi ama la musica classica è più introverso caratteristica questa che li accomuna agli amanti dell’heavy metal. Infine chi preferisce la musica dance è invece dotato di creatività e socievolezza, anche se non si distinguerebbe per delicatezza. La domanda è lecita e chi, come chi scrive, ama spaziare, conoscere e sperimentare? Non mi è dato sapere la risposta ma probabilmente faccio parte dei più furbi, quelli che sanno sempre che carta giocare, o almeno lo spero.