Raggiungere l’orgasmo: cosa succede nel cervello delle donne

da , il

    Raggiungere l’orgasmo: cosa succede nel cervello delle donne

    Un’equipe medica della Rutgers University del New Jersey, guidata dallo psicologo Barry Komisaruk ha fotografato il cervello delle donne nel momento dell’orgasmo. Finalmente si spiega un mistero dell’eros che ha da sempre incuriosito uomini e donne: cosa succede nella testa delle donne quando raggiungono il massimo piacere? L’esperimento ha coinvolto 16 donne che sono state sottoposte a risonanza magnetica durante la masturbazione. Il macchinario ha scattato fotografie dell’attività cerebrale ogni due minuti: dal test è emerso che nel momento dell’orgasmo si attivano fino a 30 parti del cervello.

    In quella frazione di pochi secondi vengono stimolati contemporaneamente le aree responsabili dell’ emozione, del tatto, della felicità, della soddisfazione e del ricordo. Nell’ordine le prime ad attivarsi sono quelle della soddisfazione (le stesse dello stimolo della fame e della sete) non appena parte l’impulso sessuale. Prima dell’orgasmo il talamo trasmette i segnali al resto dell’organismo. Nel momento di massimo piacere l’ipotalamo, che regola la temperatura corporea, ma anche la stanchezza e il bisogno di mangiare e bere, si attiva contemporaneamente al ‘nucleus accumbens’ che ha il compito di raccogliere gli stimoli fisiologici che comportano ricompensa, come appunto il sesso. In questo momento viene liberata dopamina, una sostanza che contribuisce a dare la sensazione di piacere. E’ emerso inoltre che l’orgasmo femminile dura molto di più di quello maschile: se l’uomo in media esprime il massimo del piacere in sette secondi, la donna può mantenere queste sensazioni anche per 20-30 secondi. Ovviamente niente di tutto questo accade se vi limitate a fingere l’orgasmo: agli uomini si mente ma al nostro cervello no.