Rapporti di coppia: aspettare per fare l’amore rende la relazione più forte?

da , il

    Rapporti di coppia: aspettare per fare l’amore rende la relazione più forte?

    Vi sarà sicuramente capitato di essere approcciate da un ragazzo e provare per lui una forte attrazione, sia fisica che mentale, ma di aver aspettato prima di concedervi sessualmente. A volte può succedere che scatti quella reazione chimica incontrollabile verso una persona che ci spinge anche ad agire di impulso, fermo restando che nella testa di una donna anche il sesso per una notte ha un significato. A volte può andar bene, altre meno. Il problema è riuscire a capire cosa vuole veramente un uomo: solo sesso o provare anche ad impostare un rapporto? Purtroppo nella maggior parte dei casi la risposta è la prima, quindi per autodifesa la donna tende ad aspettare, più o meno a lungo, ed essere sicura del proprio partner prima di avere con lui un rapporto sessuale.

    Questa scelta aumenta le possibilità che una relazione si rafforzi e sia duratura nel tempo. Lo ha anche dimostrato una ricerca condotta a metà degli anni ’90 dal sociologo Anthony Paik della University of Iowa. Su 642 persone intervistate il 56% aveva aspettato a fare sesso solo dopo una lunga frequentazione o addirittura dopo il matrimonio. A questi era stato poi chiesto di valutare la loro relazione su una scala da 1 a 5: la media che ne è risultata è stata pari a 4,2. Coloro i quali avevano invece inaugurato l’inizio di un rapporto avvinghiati sotto le lenzuola del letto hanno riportato un grado di soddisfazione di 3,8.

    Quindi, voi cosa ne pensate? Aspettare può davvero rendere più forte una relazione, oppure bisogna seguire anche l’istinto ed essere in grado di gestire la situazione ‘post-sesso’? Sostanzialmente la differenza consiste nel fare sesso e nel fare l’amore ed io credo che se la persona con cui abbiamo a che fare è quella giusta per, il fatto di aspettare o di lasciarsi andare è davvero ininfluente.