Rapporto di coppia, gli utenti di Twitter lo terminano prima

da , il

    Rapporto di coppia, gli utenti di Twitter lo terminano prima

    Twitter è il social network famoso in tutto il mondo per la sua brevità, il microblog per eccellenza richiede infatti di comprimere i pensieri in 140 caratteri al massimo, tanto da rendere i suoi utenti specialisti della sintesi. Ma secondo una recente ricerca Twitter contribuisce in brevità anche in altri campi della vita, tra questi spiccano i rapporti di coppia, OkCupid rivela infatti che gli utenti di Twitter vedono finire le loro storie in media due mesi prima rispetto a chi non usa il social network quotidianamente.

    Relazioni romantiche brevi per gli utenti di Twitter, la rivelazione sembra sfidare gli stereotipi eppure il sondaggio ha coinvolto 833.987 utenti e non lascia spazio ai dubbi, gli utenti di Twitter hanno relazioni più brevi rispetto ai non-Twitterers. OkCupid cerca la compatibilità e gli utenti di Twitter tendono a cercarsi per amore verso la brevità che li caratterizza on line come nella vita reale, ma tale brevità sembra aver contagiato altre sfera della loro vita, l’amore. I Twitterers hanno un tempo medio a relazione di circa nove mesi mentre i non Twitterers, ovvero tutti gli altri, vantano rapporti più lunghi, dai nove mesi e mezzo agli undici, fino addirittura ai 17.

    La differenza, mezzo mese – due mesi, dipende dall’età più giovani, meno tempo, più vecchi guadagnano due mesi, i cinquantenni infatti arrivano a un rapporto medio di 15 mesi, tutti gli altri 17.

    Ora la domanda è la seguente, chi usa Twitter è breve di natura? Anche nel sesso? Sono più fastidiosi? Pretenziosi? Non è dato capire il perchè, ma è interessante e divertente notare che oggi è nata anche la categoria dei Twitterers.