Sedurre un uomo: come creare il giusto contatto fisico

da , il

    Sedurre un uomo: come creare il giusto contatto fisico

    Sedurre un uomo è un’arte e spesso non bastano delle belle gambe e un seno prosperoso, ma è anche necessaria una buona dose di sensualità che non è per forza collegata all’aspetto fisico. Essa infatti può essere evocata in diversi modi, dal classico rapporto sessuale ad attività meno coinvolgenti dal punto di vista intimo, ma che prevedono comunque un contatto fisico molto ravvicinato: mi riferisco al massaggio, una pratica che può essere svolta in maniera estremamente sensuale anche se non si è in possesso di brevetti o certificati. Massaggiare per sedurre non ha infatti un fine terapeutico, ma serve a stimolare le zone erogene di ambedue i partner.

    Cominciate con il creare la giusta atmosfera, utilizzando possibilmente un materasso duro (ideale per i massaggi) che mantenga il corpo in posizione stabile ed eviti i sobbalzi ad ogni movimento. Per il massimo comfort, fate distendere il vostro ragazzo su un materasso futon e posizionate nei cuscini sotto lo la sua nuca, le sue ginocchia e le sue caviglie.

    Passate quindi a spalmare dell’olio sul suo corpo (prima però fate in modo che le vostre mani siano ben calde e lisce) in modo da ridurre l’attrito e da rendere più semplice il massaggio, evitando così di stressare i muscoli del vostro partner. Utilizzare degli oli profumati può innalzare il tasso erotico, ma è meglio restare alla larga da intense fragranze, come il patchouli, che diventano stucchevoli. Parola di Steve Cappellini, massaggiatore professionista e autore del libro ‘Massage for Dummies’.

    Il solletico dei capelli che sfiorano la pelle potrebbe eccitarlo, ma al tempo stesso spostare la sua attenzione dal massaggio; quindi sarebbe meglio legarli. La musica è importante, ma deve essere soft e a basso volume, appena percettibile. Suoni della natura o lounge music sono ideali.

    Massaggiate delicatamente, quasi accarezzando, sollecitando le zone su cui lui prova più piacere, magari chiedendolo direttamente a lui dove preferisce essere toccato.