Sincerità: è sempre una regola in amore?

da , il

    Sincerità: è sempre una regola in amore?

    La questione è spesso dibattuta: in amore bisogna essere sempre sinceri o qualche bugia è lecita per tutelare la coppia? In molti difendono le piccole menzogne dette a fin di bene che non riguardano solo i legami amorosi ma i rapporti sociali in generale: dall’amicizia al rapporto genitoriale, dalla vendita di un prodotto ai contatti sui posti di lavoro. Si chiamano ‘bugie bianche’ proprio perché non sono indirizzate a fare del male all’altra persona: ma sono davvero utili alla coppia?

    E in quali ambiti andrebbero usate? Le situazioni più comuni sono quelle relative agli ex e ai tradimenti di una notte. Molti studiosi sostengono che se la scappatella è stata un errore senza importanza non sempre è necessario essere sinceri e confessare. Ma sono davvero bugie dette per difendere il partner? O si cerca piuttosto di proteggere se stessi? The Journal of Sex and Marital Health sostiene che almeno un uomo su dieci ha qualcosa da nascondere alla propria partner. Le bugie bianche sono in realtà quelle di un uomo che non dice alla sua donna che ha preso qualche kg in più, o della moglie che finge l’orgasmo. Insomma sono piccole dichiarazioni false per infondere più fiducia nell’altro. Ci sono infine le bugie che vengono dette agli altri per vivere meglio il rapporto: ad esempio quando i figli di genitori troppo possessivi non gli confessano di essere fidanzati. Ma non sono solo i giovani a commettere queste imprudenze. Pensate che una donna è arrivata a falsificare la propria carta d’identità per amore: una signora di 57 anni di Riccione ha infatti modificato la data di nascita, portandola dal 1953 al 1958, per togliersi qualche anno di fronte ad un corteggiatore. L’escamotage però le è quasi costato la galera!