Sms dolci, ok ma attente a non inviare troppi messaggi romantici

da , il

    Sms dolci, ok ma attente a non inviare troppi messaggi romantici

    Spesso si parla di quanto la tecnologia abbia complicato i rapporti di coppia: con i social network è più alto il rischio di tradimento e i telefonini hanno reso il partner più facilmente rintracciabile e quindi le bugie smascherabili più velocemente. Eppure la tecnologia ci ha anche aiutato in amore, rendendo più facile la comunicazione e, se è vero che un sms non sostituisce una lettera è altrettanto innegabile che a volte un breve pensiero, anche se sta in 160 caratteri, può far bene al cuore.

    L’importante è non esagerare e non perdere di vista l’importanza di un ti amo sussurrato a voce e di persona. Gli sms non devono diventare uno schermo dietro cui nascondere la propria timidezza ma soprattutto: vietato esagerare! Se al primo sms con scritto ti amo lui sorriderà compiaciuto, al secondo penserà che avete sbagliato ad inviare il messaggio due volte, al terzo vi considererà un po’ troppo petulanti e al quarto vi iscriverà direttamente nella lista delle ossessive compulsive! Una ricerca recente condotta su giovani coppie americane, ma forse in Europa la situazione non è poi così diversa, ha rilevato che una coppia su dieci comunica più via email, chat o sms che di persona. In media una persona su cinque non parla direttamente al proprio partner per più di quindici minuti al giorno. Diametralmente non sorprende che la maggior parte si dice infastidita se il partner invia messaggi ad altre persone in sua presenza. Spesso le persone incolpano i ritmi lavorativi troppo pesanti per questa lontananza ma forse il punto non è solo questo: la comunicazione in una coppia è fondamentale e non va trascurata neppure nell’era dei social network. Cosa c’è di più triste che avere 200 contatti su facebook a cui ripetere quanto sei innamorata del tuo uomo e non trovare il tempo di dirlo a lui di persona?