Soffrire per amore, perchè fa così male amare?

da , il

    Soffrire per amore, perchè fa così male amare?

    Spesso amore e dolore vanno avanti di pari passo, non nei film e nelle favole ma la realtà come sappiamo si dimostra insidiosa e davvero difficile da capire. Quando amiamo diventiamo più vulnerabili, è appurato, è per questo che amare fa tanta paura, cadono le difese e ci ritroviamo inermi, ma scegliere di non amare per proteggere noi stessi non è certo la soluzione, la conseguenza di questa difesa è la solitudine, condizione non augurabile a nessuno. L’amore fa male quando ci affidiamo ai nostri partner e chiediamo loro di renderci felici, quando ci confidiamo e le nostre aspettative non vengono soddisfate. Ma anche senza cercare l’incomprensione affidarci completamente al partner è una posizione che porta inevitabilmente alla delusione e al dolore.

    Questo anche se il nostro partner ci è vicino e risulta a tutti gli effetti disponibile a costruire un rapporto con noi, inutile cercare negli altri la felicità quando non stiamo bene con noi stessi, quando non ci piaciamo, quando non ci riteniamo degni d’amore.

    L’amore fa male anche quando non è nutrito. Quando diamo l’un l’altro per scontato o non riusciamo a rendere i nostri partner e la nostra relazione una priorità di vita, il rapporto in questi casi diventa una cornice dove altro succede, dove scoprire che il partner è uno sconosciuto è più facile di quanto si possa credere. L’amore fa male quando la fiducia si rompe e il mondo precipita inesorabile come ogni dolore. Il tradimento e l’infedeltà, indipendentemente da quello che dicono gli studi scientifici, lasciano le ferite più profonde nell’animo umano.

    Un proverbio spagnolo dice: ‘Dove c’è amore non c’è dolore‘ è vero, ma è bene ricordare che una relazione d’amore non è solo il ‘Vissero felici e contenti’ delle favole, questo è solo un momento dell’amore, il resto va vissuto.