Sospetto tradimento: cosa fare quando si ha la sensazione che lui abbia un’altra

da , il

    Sospetto tradimento: cosa fare quando si ha la sensazione che lui abbia un’altra

    A chi non è mai venuto il sospetto di essere tradita? Cosa bisogna fare quando si prova quella forte sensazione che ci spinge a credere che il nostro non sia l’unico letto nel quale dorme il nostro uomo? Bisogna semplicemente ignorarla o invece sarebbe più opportuno iniziare a ficcare il naso nei suoi affari, alla ricerca di indizi concreti e di conferme che ci dimostrino se lui è colpevole o meno di tradimento? Il pensiero di essere tradite è una di quelle sensazioni che massacrano il cuore, ma tuttavia è impossibile scacciarlo via una volta che insediatosi nella nostra testa. L’unica soluzione è quella di contenere gli impulsi investigativi e di cercare di razionalizzare la situazione.

    Una volta raggiunto questo primo obiettivo, bisogna di nuovo domandarsi se si è davvero convinte che lui stia tradendo e, in caso di risposta affermativa, è fondamentale non lasciarsi prendere dall’ansia, spiando il suo cellulare, la sua e-mail e il suo computer. Il rispetto della privacy, così come la fiducia, è alla base di ogni relazione, e il solo sesto senso femminile non può essere una giustificazione valida per infrangere quello che secondo me è uno dei dogmi principali di un rapporto di coppia.

    Quindi, inizialmente, per cercare di capire cosa sta realmente accadendo, è preferibile mantenere la calma e osservare se ci sono degli evidenti cambiamenti nel suo comportamento e nelle sue abitudini di vita: diciamo che se dopo anni di fidanzamento passati ad ostentare con orgoglio la pancetta decidesse di rimettersi in forma, questo potrebbe essere un segnale. In generale l’approccio migliore al problema è rappresentato dalla comunicazione: se lo conoscete bene e sapete leggere il suo linguaggio del corpo, un tranquillo (almeno inizialmente) colloquio faccia a faccia dovrebbe essere più utile a capire di qualsiasi azione di spionaggio.