Tradimenti consenzienti prima del matrimonio per 6 donne su 10

da , il

    Tradimenti consenzienti prima del matrimonio per 6 donne su 10

    Sempre più diffuso in Italia il fenomeno dei cosiddetti tradimenti consenzienti. Secondo una recente indagine condotta dall’associazione Donne e Qualità della Vita, su un campione di 1200 donne italiane di età compresa tra i 18 e i 45 anni, 6 su 10 sono favorevoli al tradimento prima di convolare a nozze.

    Ma attenzione! Esperienze di libertinaggio e sesso senza limiti prima del matrimonio va bene, ma fatta salva la lealtà e la sincerità nei confronti del partner. Come dire tradimenti consenzienti prima di compiere il definitivo passo verso il legame eterno con una persona.

    Quello che emerge dal sondaggio è, inequivocabilmente, che le giovani donne italiane non fanno proprio nessuna rinuncia quanto ad esperienze sessuali, almeno fino alla solenne promessa o all’impegno più stabile del matrimonio. Pratiche sessuali inusuali, sesso virtuale, relazioni di una notte: le italiane non esitano a rivelare, e soprattutto a mettere in atto comportamenti sessualmente disinibiti.

    Solo il 3% delle ragazze intervistate ha affermato, infatti, di voler arrivare vergine al matrimonio, mentre ben il 63% non disdegna i tradimenti, purché consenzienti, vale a dire col benestare del partner prima di sposarsi. Il 56% delle intervistate ha dichiarato di avere iniziato ad avere rapporti sessuali intorno ai 15-16 anni. Il 32% ha ammesso di essere stata infedele almeno una volta, mentre solo una su quattro ha la convinzione di essere stata tradita dal proprio partner. Illuse? Probabile. Il 18% ha detto che non era innamorata del suo primo partner sessuale e che il sesso può tranquillamente prescindere dai sentimenti. Infine ben 7 donne su 10 hanno confessato di avere avuto almeno una volta nella vita un’avventura di una notte.