Tradimento: il marito finge rapimento per giustificarsi con la moglie ma…

da , il

    Tradimento: il marito finge rapimento per giustificarsi con la moglie ma…

    Ormai lo sappiamo gli uomini italiani detengono il primato di migliori traditori d’Europa: i maschi di casa nostra sembrano essere senza ombra di dubbio i più fedifraghi ed anche i più fantasiosi. Infatti per mantenere in piedi certi tradimenti senza farsi scoprire, bisogna possedere due doti insdispensabili, una memoria di ferro ed una fantasia senza confini. I nostri uomini in questo sembrano maestri. Sentite cosa è riuscito ad inventarsi un marito pur di non farsi scoprire con l’amante dalla moglie: un 34enne del lodigiano, infangatosi con l’auto dopo essere stato in intimità con l’amante, a causa del terribile ritardo, ha finto di essere stato rapito per giustificare in maniera inequivocabile il ritardo alla propria moglie.

    L’uomo ha pensato pure di fare la cosa con i fiocchi denunciando l’accaduto ai carabinieri…peccato che con questo gesto si è tirato da solo la zappa sui piedi.

    Facciamo un passo indietro.

    L’uomo in questione si era appartato in auto, nei pressi di una zona boschiva tra Lodi e Melegnano, con l’amante e quando stava per andarsene si è ritrovato impantanato su di un terreno poco stabile. Non riuscendo a tornare a casa per l’orario previsto, per giustificare il ritardo alla moglie ha addirittura inscenato un rapimento!

    Dov’ è finita nel frattempo l’amante?

    Si è allontanata da sola, avvicinandosi alla strada e cercando un passaggio di fortuna.

    L’uomo contemporaneamente ha chiamato i carabinieri: ‘Venite a prendermi! Sono stato rapito da dei malintenzionati che poi mi hanno abbandonato con l’auto in un bosco’.

    Prontamente i carabinieri di Melegnano sono accorsi per recuperarlo ed hanno invitato l’uomo a recarsi in caserma per formalizzare l’accaduto con una denuncia.

    Il 34enne ha pensato bene di tornare a casa in fretta, rifilare l’enorme bugia alla moglie (nascondendo il tradimento) senza presentarsi in caserma, sperando che tutto sarebbe caduto nel dimenticatoio….

    Peccato che i carabinieri hanno portato avanti le loro indagini scoprendo l’inganno.

    Così l’uomo è stato immediatamente denunciato per simulazione di reato e procurato allarme.

    Possibile che gli uomini non abbiano ancora imparato che le bugie hanno le gambe corte?!