Uomini che non piacciono alle donne: 7 tipi insopportabili

da , il

    Uomini che non piacciono alle donne, 7 tipi insopportabili da cui tenersi alla larga. Perché a volte è meglio darsi alla fuga prima che sia troppo tardi. Sono quelli che girano intorno a se stessi, quelli che parlano, parlano e non concludono nulla, quelli che ostentano più del dovuto, quelli che trascorrono ore davanti allo specchio rischiando che l’alter ego prenda vita, esausto! Uomini che non ci piacciono ma che si piacciono, anche troppo. Ecco i 7 esemplari più detestabili del panorama maschile.

    Il Narciso

    Trascorre la maggior parte del tempo ad elogiare se stesso, fermamente convinto di essere irresistibile. Ma il Narciso è tanta apparenza e poca sostanza, fa la sua bella figura fintantoché non apre bocca.

    Il finto famoso

    Ovvero quello che crede di essere un vip perché ha partecipato, come pubblico, a un programma televisivo. Se la tira da morire, veste firmato senza il minimo buon gusto, ostenta esperienze che non ha.

    L’arrogante

    Sa tutto di tutto e dopo pochi minuti di conversazione, è già convinto di conoscerti a menadito. Sorride con aria compiaciuta, credendo di riuscire a leggerti tra le righe. Elargisce consigli con fare ironico e supponente.

    Il tamarro

    Lo incontri solitamente in discoteca, è tutto muscoli e niente cervello. Indossa t-shirt iper-attillate, ostenta griffe senza stile, si avvicina con fare malandrino riempiendoti di complimenti fuori luogo, del genere “già ti amo”!

    Scopri quali sono le 8 cose che gli uomini non sopportano delle donne

    Il figlio di papà

    Veste bene con quel tocco di eccentrico che lo rende speciale, ma è solo apparenza. Perché il figlio di papà vuole distinguersi per nutrire il suo sconfinato egocentrismo. Giudica con facilità e si compiace di chi lo adula.

    Il radical chic

    Si finge aperto e disponibile, in realtà cela un animo arrogante e presuntuoso. Ostenta conoscenze ed esperienze estreme, dichiara disinteresse per le mode, si crede anticonformista e ribelle ma il ritratto che fa di sé non gli corrisponde minimamente.

    Il realizzato

    Se tutte le strade portano a Roma, tutti i colloqui con il realizzato portano al suo lavoro. Adora parlarne vantandosi dei suoi successi ed è convinto che la vita ruoti intorno alla professione. Non ammette sconfitte ed allontana i perdenti.

    Scopri quali sono le incomprensioni più comuni fra uomini e donne