Uomini un mistero, come capirli dalla bevanda

da , il

    Uomini un mistero, come capirli dalla bevanda

    Dimmi cosa bevi e ti dirò chi sei, spesso il primo appuntamento sceglie un locale, addirittura un bar, come luogo d’incontro, facile scappare se non si vedono possibilità di successo, o rimanere nel caso l’incontro si presenti positivo. Le incognite di chi abbiamo di fronte sono davvero tante, a domanda cortesia vuole la risposta, ma le verità potrebbero tardare dal venire svelate, è bene quindi cercare qualche indizio, per non perdere tempo, magari ancora prima di concedere il fatidico primo appuntamento, quando, una volta iniziata la conversazione, ci rendiamo conto di avere a che fare con l’intelligenza di una puntina da disegno o con un super ego difficilmente contenibile. Come? Basta fare attenzione a cosa beve.

    E’ possibile conoscere molto di uomo senza nemmeno parlarci, basta osservare cosa beve, molti primi approcci avvengono in locali, discoteche, o luoghi simili, quindi fare attenzione a cosa sta sorseggiando non è difficile, il cosa beve può svelare la sua virilità o se, nascosta da un atteggiamento spavaldo, sta in agguato la personalità più noiosa della terra.

    Una delle bevande più scelte durante un’uscita con amici è sicuramente la birra, ma ogni tipo di birra svela misteri profondi. Le birre leggere, gli esperti le definiscono annacquate tutte con il medesimo sapore, svelano poca emozione, mentre l’uomo che cerca la birra di importazione è più sofisticato, ma ha i piedi per terra dato che alla fine della storia sempre di birra si tratta. Quest’uomo è internazionale e si aspetta l’eccellenza in tutto ciò che egli porta nella sua vita. Qualità della birra, uomo di qualità. Semplice, no?

    Poi abbiamo i bevitori di whisky, questi si dividono in due tipologie, gli intenditori, che sorseggiano lentamente il delizioso liquido, affidabili e pretenziosi, e gli imbroglioni, quelli che bevono whisky solo per sembrare adulti emancipati, amano le apparenze. Coloro che mescolano, per esempio lo scotch e il ginger, sono da evitare, dicono, ancora troppo bambini e confusi.

    E ora veniamo al vino, secondo alcune esperte l’uomo che beve vino al bar, perchè di bar stiamo parlando non di cena romantica, è come una donna che indossa tacchi alti in piscina, fuori luogo. Poi c’è l’uomo che ama se stesso e lo dimostra ordinando cocktail fantasiosi, solitamente molto zuccherati e complessi, questi vengono etichettati come noiosi. Il ragazzo che ordina una Pina Colada fresca o un Margarita è un festaiolo noioso, senza contare che ci vuole un vero uomo per sorseggiare un fangosa bevanda rosa brillante costellata di ombrelli di carta e una cannuccia verde.