Usi e costumi stranieri: paese che vai amore che trovi

da , il

    Usi e costumi stranieri: paese che vai amore che trovi

    Se viaggi spesso per lavoro, ti può capitare di avere un flirt con un uomo del posto e di accettare di uscire a cena con lui. Allora devi assolutamente conoscere qualche abitudine straniera su cosa fare quando si esce con un uomo di un altro paese Spulciando tra le tradizioni dei vari Paesi, scoprirai che: in Africa, rifiutare il cibo è considerato un’offesa. Chiedi porzioni piccole, ma non lasciare avanzi.

    Importante è cercare sempre di stare alle regole del galateo del paese in cui ci si trova. Se ti invitano al barbecue, porta un piccolo dono. A tavola con un giapponese, tieni le braccia coperte da uno scialle. Canotte e top sono considerati volgari. Ma se sei straniera ti perdoneranno. Esci con un arabo e lui ti invita a cena dalla sua famiglia e non al ristorante? Consideralo un onore. E non passare i piatti agli altri commensali con la mano sinistra: è riservata all’igiene personale. Sei a cena con un british boy e sai che passerete la notte insieme, comunque vada, il mattino dopo non sgattaiolare via: per gli inglesi i saluti di rito importante, anche se non vi rivedrete più. Fioccano leggende metropolitane sugli stranieri che strapazzano le donne italiane e le abbandonano dopo aver soffiato la loro dote per sposare arabe principesse in patria. Certo, gli imbroglioni ci sono anche oltre la frontiera, ma come per ogni cosa è bene non generalizzare. I legami di convenienza esistono da quando esistono le nozze. La vera difficoltà che potreste incontrare nell’iniziare una relazione con una persona straniera sta nella triste ma putroppo radicata possibilità di scontrarvi con il razzismo delle persone. Putroppo questo è tanto più vero quando si parla di una persona di origini africane o musulmane. Gli stereotipi negativi, comodi e universalmente accettati, sono duri a far morire. L’unico modo di sopravvivere è fregarsene, meglio se con un bel pizzico di ironia.