Vita sessuale: la bocca racconta il tuo piacere

da , il

    Vita sessuale: la bocca racconta il tuo piacere

    Un’università scozzese ha condotto uno studio sulle possibili correlazioni esistenti tra la morfologia delle labbra e la vita sessuale. Dopo aver esaminato le labbra di ben 300 donne è giunta alla conclusione che la bocca racconta chi siamo e come ci comportiamo quando facciamo l’amore. Oggi le ricerche scientifiche condotte dalle Università di tutto il pianeta sono sempre più bizzarre e questa non fa eccezione! Un’equipe di scienziati di questo ateneo quindi ha pensato bene di mettere in relazione le caratteristiche anatomiche delle labbra delle donne con la loro vita sessuale. Il risultato?

    Dallo studio è emerso qualcosa di singolare e per certi aspetti sconcertante: le donne che hanno il tubercolo particolarmente pronunciato, sono portate a provare orgasmi di tipo vaginale.

    L’equipe in questione però non ha saputo spiegare l’origine della relazione che intercorre tra i due fattori studiati.

    Inoltre tali ricerche scientifiche tornerebbero ancora una volta a riconsiderare la primitiva divisione tra orgasmo clitorideo e orgasmo vaginale, che a detta di illustri psicologi e sessuologi, non ha alcun fondamento scientifico.

    Non ci stancheremo mai di ripetere che l’orgasmo femminile, al centro di dibattiti e curiosità da tempo immemore, è unico e soprattutto strettamente connesso alla soggettività della singola donna.

    Tornando allo studio, il tubercolo labiale è quel piccolo rigonfiamento che si trova nel mezzo del labbro superiore, ben visibile ad esempio sulle labbra della splendida Angelina Jolie.

    Le 258 donne, prese in esame dai ricercatori scozzesi, in possesso di un tubercolo particolarmente pronunciato hanno dichiarato di provare orgasmi vaginali molto intensi, a differenza delle comuni mortali dalle labbra sottili, costrette evidentemente ad accontentarsi di un orgasmo clitorideo per raggiungere uno straccio di piacere…

    Ma se è stato ormai dimostrato che non esistono due tipi di piaceri nella sessualità femminile, questo studio che rilevanza scientifica può avere?