Acconciature capelli corti e ricci, consigli utili da tenere a mente [FOTO]

da , il

    Le acconciature per capelli ricci e corti non sono sempre facili da gestire. Le chiome ricce infatti possono essere splendide e sensuali se opportunamente curate, altrimenti rischiano di trasformarsi in autentiche teste di Medusa, indomabili e disordinate. E il terribile effetto crespo è sempre pronto, in agguato, dietro l’angolo! Tuttavia nel 2013 gli hairstylist si sono sbizzarriti nel creare un’infinità di tagli corti che esaltassero la naturale bellezza multiforme e dinamica dei capelli ricci, così molte donne si sono lasciate trascinare dall’onda di novità e hanno osato con tagli drastici. Scopriamo quali sono i segreti per mantenere uno styling impeccabile, in poche mosse, e senza pentirsi di aver azzardato con un’acconciatura non adatta alla propria chioma ribelle.

    Innanzitutto è fondamentale utilizzare i prodotti specifici per i capelli ricci, quindi shampoo delicato, balsamo (preferibilmente a base di aloe vera perché nutre e protegge), crema districante e per un risultato impeccabile non dimenticate l’olio di semi di lino o i nuovi prodotti all’olio di Argan per ridurre l’effetto crespo e per modellare al meglio l’acconciatura. Se avete un parrucchiere di fiducia, potrete rivolgervi a lui non soltanto per un consiglio, ma anche direttamente per l’acquisto. In tema di capelli, più i prodotti sono di qualità è più il risultato è evidente, tuttavia la qualità è spesso associata a un prezzo non proprio modesto. Almeno una volta alla settimana è importante applicare una maschera ristrutturante e per questo potrete fare ricorso al fai da te: impacchi all’uovo e limone sono ottimi per ammorbidire, se tenuti in posa almeno per 20 minuti. Il lavaggio ordinario invece, è preferibile effettuarlo non più di due volte a settimana. Un altro aspetto a cui prestare attenzione è la fase pettinatura dei capelli ricci: fatelo solo prima di lavarli e non dopo, altrimenti rischierete di trovarvi con una criniera leonina. Una volta lavati vi basterà utilizzare un pettine di legno a denti larghi, oppure soltanto le vostre dita. L’asciugatura va fatta preferibilmente con un phon a ioni, a testa in giù, con un diffusore a una temperatura intermedia, dal basso verso l’alto. E per ottenere un effetto ancora più morbido e ondulato, durante l’asciugatura, attorcigliate i capelli sulle dita, seguendo le ondulazioni naturali. Infine, è fondamentale recarsi dal parrucchiere per un’aggiustatina del taglio, almeno una volta al mese. Purtroppo i capelli ricci (scoprite tutti i tagli di tendenza dell’estate 2013) tendono a diventare facilmente e rapidamente selvaggi, per questo è bene rinfrescare costantemente il taglio. Così facendo avrete sempre un aspetto piacevole e ordinato.

    Ora che sapete tutto su come gestire la vostra folta chioma riccia, non vi resta che curiosare nella nostra fotogallery per scoprire quale taglio corto è più adatto a voi!