Chirurgia estetica intima in crescita tra le giovanissime

da , il

    Chirurgia estetica intima in crescita tra le giovanissime

    La chirurgia estetica intima tra le donne è aumentata in media di cinque volte negli ultimi dieci anni. Lo conferma la National Health Service che ha raggruppato oltre 2mila richieste di operazioni per conto del servizio sanitario nazionale. L’ulteriore novità è che la richiesta di questa tipologia di intervento arriva in maniera sempre più massiccia dalle giovanissime. Un team di ricercatori dell’Elizabeth Garret Anderson Institute, coordinato dalla Dottoressa Sarah Creighton dell’University College di Londra, ha rivelato che la maggior parte delle donne intervistate avrebbe voluto sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica intima perché si sentiva inadeguata rispetto ai canoni proposti dai media.

    Nello specifico un campione di 33 donne di differenti età tra le quali alcune molto giovani (addirittura una di soli undici anni!) è stato sottoposto a diverse visite ginecologiche per valutare le dimensioni e la forma degli organi genitali.

    I dati ottenuti, in base al rapporto pubblicato sul British Journal of Obstetrics and Gynaecology, hanno dimostrato che soltanto 3 donne avevano delle evidenti asimmetrie, mentre tutte le altre conservavano dimensioni dei genitali assolutamente normali.

    Ciononostante la maggior parte delle donne intervistate tra cui molte di giovane età (addirittura 15 anni) avrebbe preferito genitali di dimensioni più ridotte ed un aspetto più ‘patinato’.

    Le cause di tale fenomeno?

    Gli esperti asseriscono che i maggiori responsabili sono i mezzi di informazione che divulgano immagini e concetti riguardo agli organi genitali molto distanti dal reale.

    Inoltre è probabile che entrino in gioco una maggiore consapevolezza sessuale sempre più precoce e forse, in taluni casi, il cattivo gusto di alcuni partner che si lasciano scappare commenti non certo gradevoli.

    La crescente richiesta da parte delle giovanissime costituisce indubbiamente un grosso problema anche perché la chirurgia estetica intima è considerata irreversibile ed attualmente non se ne conoscono i possibili rischi per il futuro…

    Non sarebbe forse il caso di imparare ad accettarsi un po’ di più…almeno per ciò che riguarda le zone dove non batte il sole?

    Una banalità’ direte voi, ‘Una banalità senza rischi per il domani’ diremmo noi.