Chirurgia estetica per trovare lavoro

da , il

    Chirurgia estetica per trovare lavoro

    Influisce di più una Laurea o un naso rifatto? Siamo nel mezzo di un dibattito politico culturale che vede la dignità della donna tornare al vertice, la manifestazione ‘Se non ora quando‘ ne è testimone, eppure la qualità della bellezza come strumento per ottenere un lavoro sta diventando una triste realtà specchio di una società apparente, tanto da richiedere interventi di chirurgia estetica in cambio di un’assunzione. Il ritocco fa Curriculum, l’attenzione viene posta da Hong Kong, ma poiché spesso è proprio da qui che partono le tendenze mondiali…

    La famosa bella impressione del colloquio di lavoro una volta richiedeva un abito elegante e adatto alla situazione, oggi è la chirurgia estetica a fare la differenza. Il fenomeno è stato chiamato il ritocco da collocamento, e pare che interessi moltissimi giovani post laurea che ricorrono a un perfezionamento dell’immagine per trovare un posto di lavoro.

    A quanto pare negli ultimi due anni, stima uno specialista sul ‘South China Morning Post’ il numero di giovani che ricorrono alla chirurgia plastica è aumentato del 20%, senza contare gli interventi richiesti dagli under 18, in costante aumento.

    Cosa prediligono i candidati? Sollevano le palpebre, raddrizzano il naso o aumentano il seno, il quotidiano cinese riporta la testimonianza di una ragazza di 23 anni, oltre 5 mila dollari americani spesi in interventi di chirurgia estetica ancora prima di iniziare la ricerca del lavoro.

    La chirurgia estetica che si paga a rate diventa sempre più una realtà mondiale.