Come arginare l’invecchiamento precoce

da , il

    Come arginare l’invecchiamento precoce

    Imparare come arginare l’invecchiamento precoce è fondamentale per preservare la salute generale della propria pelle e del proprio corpo. Occorre prima di tutto curare l’alimentazione e se possibile eliminare del tutto il fumo. In caso contrario, l’epidermide risulterà estremamente danneggiata, e si moltiplicherà la produzione di radicali liberi che interferiscono con le proteine del derma, compromettendone lo stato e il benessere.

    Capiamo cosa sono i radicali liberi

    In cosa consistono questi pericolosi nemici? I radicali liberi prendono forma all’interno di una cellula quando in essa l’ossigeno viene impiegato per generare energia. I radicali liberi producono un’azione positiva solo quando sono presenti in quantità minima. Ma se presenti in eccesso, in conseguenza di stimoli tossici, non vengono più neutralizzati in modo efficace dai meccanismi antiossidanti di difesa dell’organismo; in questo modo innescano un meccanismo di instabilità cellulare a catena, che accelera l’invecchiamento cutaneo e danneggia i tessuti in base a un processo chiamato stress ossidativo.

    Quali sono i danni causati dai radicali liberi?

    La pelle attaccata dai radicali liberi si presenta seccha, con rughe e discromie. I radicali liberi causano però anche una progressiva perdita di elasticità del derma e, nei casi più gravi, tumori.

    Purtroppo i danni provocati dai radicali liberi sono a livello cellulare per cui non sono immediatamente visibili ma si manifestano nel tempo. Il già citato stress ossidativo, provoca un invecchiamento della cellula e dei tessuti distruggendone l’efficienza. L’invecchiamento precoce della pelle è uno degli indizi più noti: non colpisce solo le pelli mature, bensì tutte quelle esposte a stress e aggressioni esterne come inquinamento e raggi UV. Le cellule risultano compromesse nelle proprie funzioni di nutrimento e rinnovo. Il danno cellulare comincia a livello della membrana con una mutazione degli scambi tra interno ed esterno di una cellula, fino ad alterarne il DNA con effetti mutageni e quindi provocare il tumore.

    La prevenzione rappresenta un’arma fondamentale: osservare il proprio viso e il proprio corpo tenendo sotto controllo anche le piccole anomalie dell’epidermide, significa poter intervenire nell’immediato.

    Come prevenire: un aiuto prezioso dagli antiossidanti

    Nella lotta ai radicali liberi, e dunque all’invecchiamento precoce, grande aiuto proviene dagli antiossidanti. Essi stimolano il sistema immunitario, fluidificano il sangue e ne riducono la pressione, hanno funzione antibatterica e antivirale. Ma quali sono le sostanze antiossidanti o antiradicali? Per farvene un piccolo elenco: acido lipoico (presente nelle carni rosse, soprattutto fegato e cuore ma anche in patate, broccoli e spinaci), aminoacidi fosforati (cistina, metionina, taurina, acido cisteico ecc.), betacarotene o provitamina A (presente in numerosi vegetali di colorazione rossa o arancio), zinco (presente in carne rossa e bianca, ostriche, fagioli, pane integrale, noccioline, semi di zucca e semi di girasole), rame (presente in fegato, molluschi noci e cioccolato), resvetralolo (presente in uva e vino rosso, soprattutto).