Come effettuare un massaggio anticellulite nel modo giusto

da , il

    Come effettuare un massaggio anticellulite nel modo giusto

    Sapete davvero come effettuare un massaggio anticellulite nel modo giusto? Sembra facile, invece ci sono delle regole precise che dovete rispettare, se volete che il massaggio agisca davvero sulla vostra pelle. Ovviamente molto dipende anche dal prodotto utilizzato: esso sarà davvero valido solo se conterrà principi attivi con specifica azione anticellulite.

    I massaggi anticellulite agiscono sia a livello superficiale che profondo: a livello profondo, se eseguiti con costanza, favoriscono la riduzione dell’odiato inestetismo in questione, specialmente quello localizzato sulla parte alta delle cosce, sui glutei e nell’interno del ginocchio. A livello superficiale rendono l’epidermide morbida e liscia.

    Come agisce un massaggio anticellulite

    Quando si effettua un massaggio delle gambe, muovendosi con movimenti circolari dal basso verso l’alto, si rimettono in moto sia la circolazione che il sistema linfatico. La maggiore irrorazione sanguigna dei tessuti che ne consegue, promuove i corretti scambi intercellulari e riequilibra lo scompenso microcircolatorio causato dalla cellulite. Come conseguenza di ciò l’acqua accumulata nei tessuti, mossa dal massaggio e dall’azione del prodotto, viene incanalata e filtrata dal sistema linfatico. Se un massaggio è eseguito nel modo giusto, infatti, il suo primo effetto è un aumento della diuresi.

    COME SI ESEGUE UN MASSAGGIO ANTICELLULITE

    Posizione del corpo

    In generale non è necessario che stiate in piedi, sedute o sdraiate, basta che vi sentite comode nella vostra posizione. Nel particolare va detto che dipende dalla zona da trattare: se dovete massaggiare le cosce potete sedervi su una superficie rigida, tenendo piegata la gamba da massaggiare. Ma se dovete massaggiare i glutei potrete stare solo in piedi.

    Movimento delle mani e delle dita per il massaggio

    Ci sono due movimenti fondamentali nel massaggio anticellulite: l’impastamento e la pinza. Il primo ricorda proprio i gesti che si fanno quando si impasta la pizza o il pane. Serve a muovere la parte profonda dei tessuti. Per eseguirlo appoggiate le mani sulla zona da trattare stringetela e spingete delicatamente verso l’alto, poi rilasciatela e ripetete di nuovo. Dopo un primo impastamento su zone ampie della cute, passate a massaggiare zone più piccole, con il palmo della mano aperto, esercitando una pressione delicata sul palmo e sulle dita; ancora una volta dal dal basso verso l’alto. La pinza, invece, è indicata soprattutto per la parte frontale delle cosce.

    Questo tipo di massaggio si esegue con le dita chiuse, prendendo e lasciando in modo rapido la cute, con movimenti circolari che risalgono verso l’alto. La mano assume proprio la funzione di una molletta: le dita pizzicano una zona di cute piccola e profonda, ma il palmo della mano non deve mai toccare la pelle. Per quanto riguarda l’intensità della forza da esercitare per un buon massaggio, va detto che essa deve essere sufficiente per la buona penetrazione del prodotto e la cosiddetta biostimolazione dei tessuti. Non serve esagerare, rischiereste di fare solo danni. Se mentre vi massaggiate provate molto dolore vuol dire che state sbagliando qualcosa.

    Quanto deve durare un massaggio?

    Un massaggio, per avere effetti siginificativi, deve durare non meno di 10 minui; farlo durare di meno equivarrebbe a non eseguirlo affatto, farlo durare di più può solo esservi utile. Dovete inserire il massaggio fra i gesti importanti della vostra cura personale, al pari dei capelli e del make-up. La costanza vi premierà.

    Infine…

    Nell’ultima parte del massaggio, procedete con movimenti più ampi, quasi come se vi carezzaste, esercitando un po’ di pressione in più. Ripetete più volte il movimento. Per potenziare i benefici del massaggio stendetevi per qualche minuto con le gambe sollevate, in modo che i piedi siano posizionati più in alto del cuore: sarà più facile per i liquidi mossi, attraverso il massaggio, ritornare al sistema linfatico.