Come mantenere l’abbronzatura più a lungo: trucchi e consigli [FOTO]

da , il

    Come mantenere l’abbronzatura più a lungo: trucchi e consigli – Il rientro in città vi avvilisce e non ce la fate a vedervi già più pallide e “spente”? Se siete delle vere amanti della tintarella e quando tornate dal mare non volete perdere subito il vostro colorito invidiabile, vi basterà seguire poche e semplici regole. Purtroppo per via del naturale ricambio epidermico, nel giro di un paio di settimane l’abbronzatura tende ad andarsene via. Senza contare che le docce e i bagnoschiuma aggressivi contribuiscono a lavarla via ancora più in fretta. Scoprite tutti i trucchi per custodire il più a lungo possibile il vostro colore ambrato. Sfogliate la fotogallery per scoprire alcuni dei prodotti più validi in commercio.

    L’abbronzatura riesce indubbiamente a conferire nell’immediato un aspetto più sano e, per molti, è decisamente più affascinante del pallore. Nonostante negli ultimi anni, specialmente tra le star, si sia verificata un’inversione di tendenza, i fan della tintarella continuano ad essere numerosi. E’ per questo che, una volta rientrati dalle ferie estive, è un peccato vedersi sbiadire; partiamo col dire che è inevitabile che per il fisiologico processo di rinnovamento cellulare l’abbronzatura svanisca nel giro di un paio di settimane. Con il passare dei giorni, infatti, lo strato più superficiale comincia a desquamarsi e la pelle comincerà a “tirare”, secca e arida. Per ovviare a questo naturale ciclo o quantomeno per mantenere l’abbronzatura il più a lungo possibile esistono dei piccoli segreti da tenere presenti, che ci consentiranno di sfoggiare una pelle perfetta dopo le vacanze.

    Conservare l’abbronzatura con lo scrub

    Lo scrub è senza dubbio la soluzione ottimale per preservare la tintarella dal grigio rientro in città. E’ l’unico trattamento che permette di avere un colore omogeneo per lungo tempo. L’ideale è praticare uno scrub preventivo, tuttavia per un risultato ancora migliore, sarebbe opportuno effettuarlo prima della partenza per le vacanze e durante il soggiorno, così da eliminare costantemente le cellule morte. Con una pelle più nuova infatti l’abbronzatura ha una tenuta maggiore. Alcuni sostengono che lo scrub rovini la tintarella, niente di più falso, se possibile la evidenzia ancora di più. Non dimenticate però di idratare la pelle subito dopo il trattamento, è indispensabile poiché l’epidermide viene comunque sottoposta ad un’azione aggressiva, anche se a scopo curativo. Provate con il gommage al cocco di The Body Shop: contiene gusci di noce tritati, olio vergine, latte di cocco e olio di babassu. Massaggiando il panetto su tutto il corpo, grazie all’azione levigante e tonificante dei gusci di mandorle tritati finemente, otterrete un’idratazione profonda e una pelle incredibilmente vellutata. Ottimo è anche il Gommage Ultra Riche Corps firmato L’Occitane.

    Conservare l’abbronzatura con i detergenti delicati

    Come accennato poc’anzi, anche il ripetersi delle docce influisce sulla durata della vostra tintarella, per questo non intendiamo certo dirvi di ridurne la frequenza, tuttavia un accorgimento potrebbe essere utile al vostro intento: considerato che l’acqua calda lava via più facilmente il colore, se possibile, utilizzate dell’acqua tiepida. Anche i detergenti che utilizzate per lavarvi possono accellerare la perdita di abbronzatura. E’ infatti fondamentale scegliere bagnoschiuma delicati che rispettino il PH della pelle. Consigliatissimo è Aveda Sun Care – Hair & body cleanser, un detergente con una formulazione delicata, naturale al 93%. E’ perfetto sia in spiaggia che in casa, rimuove efficacemente la sabbia, il sale, il cloro ma soprattutto deterge corpo e capelli garantendo un altissimo potere idratante e riequilibrante. Ideale da utilizzare nella vasca da bagno invece è il Bagnodoccia Doposole de L’Erbolario: grazie alla sua soffice schiuma vi regalerà momenti di assoluto relax e una piacevole sensazione di freschezza.

    Conservare l’abbronzatura con le creme idratanti

    Oltre allo scrub, che favorisce il costante rinnovo cellulare, è importante idratare a fondo la cute, dopo la doccia. Il massaggio con la vostra crema preferita dovrà diventare il vostro rito serale irrinunciabile, dopo un’intera giornata sotto il sole. Oggi esistono diverse creme che oltre ad idratare sono in grado di prolungare la durata dell’abbronzatura, grazie a particolari principi attivi: si tratta principalmente dei prodotti doposole, grandi alleati contro le scottature e amici dell’abbronzatura anche per questa estate 2014. Da provare è l’after sun moisturizing balm di Sephora, perfetto per le pelli più disidratate. Di alta qualità anche il Suncare After Sun Intensive Recovery Cream di Shiseido, un trattamento intensivo che riduce il rischio di desquamazione precoce, garantendo una pelle super morbida. Infine, gli oli multiuso possono essere dei preziosi alleati di bellezza, infatti oltre ad idratare donano lucentezza alla pelle ambrata delle gambe e del décolleté. Consigliatissimo è il Nuxe Huile Prodigieuse, in tonalità oro, un olio secco a rapido assorbimento, arricchito di madreperla e Vitamina E. Non da meno è l’ Oil di Avocado di St Barth che, grazie agli acidi grassi essenziali ha notevoli proprietà rigeneranti e tonificanti.

    Avvertenze speciali

    Se vi siete scottate la spellatura è praticamente dietro l’angolo: la parte superficiale dell’epidermide bruciata subirà un processo di desquamazione più rapido del normale. In questi casi purtroppo correre ai ripari è quasi del tutto inutile, per questo è importante tutelarsi preventivamente applicando su tutto il corpo, viso compreso, una crema ad alto fattore di protezione. Per ovviare al fastidioso bruciore dovuto all’irritazione cutanea, potete vaporizzare tranquillamente su tutto il corpo l’acqua termale Avene, nota per le sue proprietà lenitive, o applicare prodotti naturali a base di aloe, un vero toccasana.