Come ridurre i pori dilatati: 5 consigli

da , il

    Impariamo come ridurre i pori dilatati partendo dal capire innanzitutto qual è la loro funzione. I pori altro non sono che le naturali aperture delle piccole ghiandole che risiedono nella nostra pelle e sono quindi fondamentali per la sua traspirazione. Tuttavia, in alcuni casi, possono apparire più grandi e visibili, specialmente nella zona T (naso, fronte e mento) dove la pelle è più grassa. Sono numerose le cause che concorrono alla dilatazione dei pori: genetica, età, alimentazione, abitudini igieniche errate e la scelta di prodotti non adatti alla nostra pelle; alcuni sostengono che sia impossibile, o comunque molto difficile, eliminare del tutto i pori dilatati: noi vi suggeriamo 5 consigli per tentare di ridurli e arginare il problema.

    1- L’importanza della detersione

    Quello della detersione è un momento fondamentale per la lotta contro i pori dilatati: l’accumulo di residui di trucco, smog e sporcizia non fa altro che dilatarli ulteriormente peggiorando la grana della vostra pelle. Scegliete un buon detergente, meglio se leggermente astringente, ma assolutamente non troppo aggressivo, per evitare l’effetto rebound. Dedicate molta attenzione e cura al momento del demaquillage: struccarsi bene è uno step imprescindibile per la bellezza della pelle.

    2- L’idratazione e la skin care: scegliere i prodotti giusti

    Idratare la pelle è fondamentale: scegliete prodotti che siano adatti a voi, dalla formulazione leggera e non troppo ricchi, che finirebbero per ostruire ulteriormente i pori aggravando la situazione. E’ possibile anche provare a non usare, per un po’ di tempo, una crema sulla zona in cui i vostri pori sono molto dilatati: la pelle in autonomia produrrà abbastanza sebo per tenerla sufficientemente ‘oleata’ e proteggerla dagli agenti esterni. In alternativa, se desiderate un rimedio beauty green, idratatate la pelle con il gel d’aloe vera, molto idratante e lenitivo ma leggero ed impalpabile, oltre che completamente naturale.

    3- Prestare attenzione al make up

    Un trucco pesante opprime il viso e ostruisce i pori, rendendoli con il tempo sempre più evidenti. Truccarsi consente di minimizzare e camuffare questo inestetismo ma occorre non esagerare e, se possibile, prediligere almeno per la base viso di tutti i giorni (se non si riesce a fare meno del make up) prodotti oil free o ancor meglio caratterizzati da un buon Inci: esistono tantissimi fondotinta bio validi e performanti, sia liquidi che minerali.

    4- L’aiuto della maschera all’argilla

    Eseguire una o due volte a settimana una maschera purificante all’argilla aiuta a tenere pulita la pelle e, di conseguenza, con un utilizzo continuato nel tempo e costante, a liberare i pori. Fate attenzione a scegliere prodotti non eccessivamente “sgrassanti” per evitare irritazioni del viso.

    5- Lo scrub

    Un’altra parola chiave nella lotta ai pori dilatati è esfoliazione. Eseguite una volta a settimana uno scrub/gommage sul viso, per rimuovere delicatamente lo strato superficiale della pelle costituito perlopiù da impurità e cellule morte. In questo modo la pelle avrà modo di respirare meglio e i prodotti che utilizzate per la vostra skin care agiranno più in profondità.